Cronaca Copertino 

Irrompe in casa dell’ex compagna per aggredirla con calci e pugni: in manette 26enne violento

Ancora un altro episodio che racconta l'aggressione violenta di un uomo nei confronti di una donna

Ha fatto irruzione nella casa della ex compagna, sfondando la porta dell’abitazione e aggredendo la donna con calci e pugni, prima di fuggire via con l’auto, dopo aver sottratto alla vittima anche il cellulare: è in stato di fermo il 26enne violento, resosi protagonista dell’azione delittuosa. A bloccarlo i carabinieri di Copertino, nel pomeriggio di ieri, su disposizione della Procura della Repubblica di Lecce.

Le indagini sono partite a seguito della denuncia sporta da due donne: l’uomo è accusato di rapina, lesioni personali dolose, atti persecutori, maltrattamenti contro familiari e/o conviventi e violazione di domicilio. La scorsa notte, infatti, l’uomo sfondava la porta d'ingresso dell'abitazione della prima donna e facendo irruzione in casa aggrediva con calci e pugni l'ex compagna, che era in attesa di un’amica.

Al termine dell'aggressione, il 26enne le sottraeva il telefono cellulare e si dava alla fuga a bordo della propria autovettura.

L’amica, sopraggiunta sul posto, soccorreva la donna attivando i carabinieri per le ricerche dell'aggressore che continuavano sino alla mattinata successiva, quando l’uomo veniva rintracciato presso la propria abitazione e dove veniva rinvenuto il cellulare della vittima sottoposto a sequestro.

La donna veniva visita dai medici che le riscontravano diversi traumi con prognosi di otto giorni. L’uomo, fermato, si trova ora ai domiciliari. 

 

Potrebbeinteressarti