Cinema 

Prisma Film Awards: premiata la regista Kristina Sarkyte

Il Contatto un documentario di 28 minuti, è stato realizzato in collaborazione con Associazione Atlas Onlus

La regista lituana Kristina Sarkyte, ormai di adozione salentina, è stata premiata per il miglior documentario ad uno dei festival mensili IMDB qualificanti più popolari d'Europa - Prisma Film Awards. Il festival ha ricevuto migliaia di film da 150 paesi del mondo.
Il Contatto un documentario di 28 minuti, è stato realizzato in collaborazione con Associazione Atlas Onlus, prodotto da Hyperreality snc. ed Università di Roma Tre, racconta lo straordinario lavoro di un gruppo di operatori formato da arteterapeuti e psicologi che si immergono nella realtà dello schermo interattivo per poter costruire un dialogo sperimentale ed innovativo con i ragazzi autistici. Un modo di comunicare nuovo che va al di là della parola, permette di scoprirsi a vicenda, di istaurare un legame, costruire un dialogo riflesso breve, ma efficace. “È stata un’esperienza straordinaria poter vivere da vicino il lavoro del Centro Atlas, poter affacciarsi ad una realtà sperimentale dalla quale potrebbero nascere diverse riflessioni e suggerimenti da tener presente, quando si pensa ad innovare il linguaggio cinematografico”, afferma la regista Kristina Sarkyte. “La sensibilità e la dolcezza della regista Kristina Sarkyte ha permesso la magia di mantenere naturalezza e spontaneità durante le riprese. E’ riuscita a trasmettere il senso profondo della relazione che nasce, si sviluppa e si crea con i nostri ragazzi.” Dice Simone Donnari responsabile del Centro Atlas.
Il film recentemente ha vinto anche il “Silver award” al Spotlight Documentary Film Awards negli USA, è stato scelto per la selezione ufficiale al Rodi International Disabilities Film Festival in Grecia, ed al Clapperboard Film festival a San Paolo, e sarà visibile a Perugia alla Sala Notari sabato 21 Maggio 2022.

Potrebbeinteressarti


“La ragazza con la pistola”, omaggio a Monica Vitti

Da domani, la Mediateca Regionale Pugliese propone il primo dei quattro appuntamenti della rassegna per omaggiare la grande attrice scomparsa di recente, ma anche i diversi modelli femminili che hanno cambiato radicalmente il modo di essere donna.