Cinema Lecce 

«Il cobra non è», su Amazon Prime il film del salentino Mauro Russo

La pellicola, una crime comedy con tratti pulp è stata girata nel Salento

Esce direttamente su Amazon Prime Video, giovedì 30 aprile il film “Cobra non è”, opera d’esordio del regista salentino Mauro Russo. Girato in puglia per 30 giorni tra febbraio e marzo 2018 (Lecce, Guagnano, Maglie, Lequile, Surbo, Cutrofiano e Copertino), il film è prodotto da Giallo Limone Movie s.r.l., distribuito da 102 distribution e sostenuto da Regione Puglia e Apulia Film Commission. Tra gli interpreti della pellicola Gianluca di Gennaro, Denise Capezza, Nicola Nocella e Federico Rosati insieme a collaborazioni eccellenti di cantanti quali Elisa, Max Pezzali eClementino

Il film, opera prima del giovane regista originario di San Vito dei Normanni, è una “crime comedy” con elementi pulp. 

Nel film, inoltre, il maestro Ruggero Deodato (regista-cult di “cannibal holocaust”), ha realizzato una scena inedita di tortura, omaggio al cinema di genere italiano degli anni ‘70 e ‘80 tanto amato da Quentin Tarantino. La locandina del film, invece, è stata realizzata da Christian Cordella, fumettista costume concept artist marvel.

 Anche se alla sua prima regia di un lungometraggio, russo è molto noto nell’ambiente musicale per aver realizzato videoclip musicali di successo per Sony e Universal con grandi artisti nazionali e internazionali (Anastacia, Alborosie, Fedez, Giorgia, Rovazzi, Elisa, Giusi Ferreri, Salmo, Nitro e tanti altri).

 “Cobra non è” si sviluppa in una sola notte, racconta del rapper Cobra e del manager Sonny cresciuti nel degrado di chissà quale periferia, i quali hanno trovato negli anni il loro riscatto attraverso la musica. Per risollevarsi da un imminente fallimento, dopo anni di successo, Sonny, all’insaputa del suo assistito, ottiene un appuntamento con un’importante casa discografica e riesce a convincere il capo della major di una fantomatica collaborazione di Cobra con uno dei dj producer più richiesti: Lazy b. I due affronteranno una serie di peripezie, fatte di equivoci caratterizzati da eccentrici personaggi e un passato mai dimenticato, che tornerà in maniera inaspettata, nella vita del rapper.

 

Prodotto da Giallo Limone Movie s.r.l. e distribuito da 102 distribution, il film è stato realizzato con il contributo di Apulia Film Fund della Regione Puglia (117.645,12 euro) e con il sostegno di Apulia Film Commission. Per la realizzazione del film sono stati impiegati 34 unità lavorative pugliesi.

 

Potrebbeinteressarti

A Felline prosegue l’omaggio ad Alberto Sordi

Ultimo appuntamento mercoledì 23 settembre, alle 21, con la rassegna cinematografica LùMière Calicidicinema, ideata da Antonio Manzo per unire in un unico evento il cinema d’autore con le migliori etichette di vini salentini