Società Casarano 

A Casarano al via i progetti ''Ri-trovarsi'' e ''Fare-Legami''

Tre giornate per vivere insieme momenti all’insegna della cultura, della territorialità e della socializzazione.

L'Amministrazione Comunale di Casarano, attraverso l'Assessorato alle Politiche Sociali, lancia due iniziative intitolate ''Ri-trovarsi e Fare-Legami rivolte a famiglie e bambini per favorire la socializzazione e valorizzare il territorio.

“Ri-Trovarsi”
Organizzata su tre giornate (26 Novembre, 3 Dicembre e 17 Dicembre) è una iniziativa che permetterà ai partecipanti, attraverso una serie di laboratori, di  giocare con la carta, imparare l’importanza del riciclo dei rifiuti, giocare con alimenti come ortaggi, legumi etc. Nella seconda giornata i ragazzi diventeranno scienziati per un giorno per studiare allo stereoscopio, con appositi vetrini, insetti e altre conoscenze. Nella Terza e ultima giornata sarà inaugurata la ''Panchina della Gentilezza'', in collaborazione con la Consigliera delegata alla Gentilezza Simonetta Stefano. Seguiranno dei momenti di animazione con il Mago Robertino, clown, sputafuoco, giochi di strada e tanto altro ancora.

“FARE - LEGAMI”
E' una iniziativa, anch'essa articolata attraverso un percorso strutturato su tre giornate (27 Novembre, 4 dicembre ed 11 dicembre), finalizzata alla scoperta del Patrimonio Culturale della Città di Casarano. Darà modo di rafforzare il legame dei cittadini con il territorio e le sue periferie.

Tre giornate per vivere insieme momenti all’insegna della cultura, della territorialità e della socializzazione.

Obiettivo di queste misure - spiega l'Assessore alle Politiche Sociali - è quello di

riscoprire e valorizzare il territorio, rafforzare il legame dei nostri concittadini con il territorio e le

sue periferie, ancora poco conosciute. Promuovere opportunità di conoscenza tra famiglie,

consolidando i legami già esistenti e creandone di nuovi. Abbiamo la consapevolezza che

costruire ambienti familiari, educativo- scolastici e sociali ricchi di affetti, relazioni e stimoli sul

piano socio -emotivo e cognitivo, permette e contribuisce in maniera determinante alla qualità

dello sviluppo infantile, e della società nel suo insieme. Mobilitare il potenziale educativo delle

famiglie e delle comunità è quindi innanzitutto un'azione di giustizia sociale, necessaria a

interrompere il ciclo dello svantaggio sociale.

Potrebbeinteressarti