Cronaca Casarano 

Evade dai domiciliari e danneggia il braccialetto, torna in carcere. Arresti e denunce tra Casarano e comuni limitrofi

Le persone sanzionate per non aver rispettato gli obblighi anti contagio sono state in tutto 50: il bilancio delle attività dei carabinieri della Compagnia di Casarano

Nel corso degli ultimi giorni i carabinieri della compagnia di Casarano hanno intensificato i servizi di controllo del territorio che hanno portato a tre arresti e 10 denunce. Il primo arresto riguarda l'autore di una rapina avvenuta lo scorso 6 marzo. Gli altri invece sono scattati a Racale e Melissano, entrambi per violazione degli obblighi imposti dalle misure cautelari. Nel primo caso è finito in manette Andrea De Paola, 29enne del posto già sottoposto agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico che qualche giorno prima si era allontanato dal suo domicilio danneggiando il dispositivo di controllo elettronico per evitare di essere rintracciato. I carabinieri il giorno seguente all’evasione lo hanno arrestato in n flagranza di reato e lo hanno condotto presso il carcere di Borgo San Nicola.

A Melissano i carabinieri della locale stazione hanno arrestato su ordine dell’autorità giudiziaria Maicol Manni di 29 anni per aver violato l'obbligo degli arresti domiciliari. 


A Casarano un uomo è stato denunciato poiché, a seguito di perquisizione personale e veicolare è stato trovato in possesso di 3 dosi di marijuana per un peso complessivo di 9,77 gr. e 20 euro di denaro contante; ad Alliste i carabinieri del n.o.r. Hanno denunciato un uomo trovato in possesso di 2 dosi di cocaina per un peso complessivo di 0,50 gr. e 315 euro di denaro contante; a Taviano un ragazzo di Melissano è stato denunciato perchè trovato in possesso di 7 dosi di cocaina per un peso complessivo di 1,6 gr. e 1290 euro di denaro contante, a Ruffano è finito nei guai un ragazzo di Melissano trovato in possesso di un bastone in legno di cm. 100 sottoposto a sequestro, occultato all'interno bagagliaio propria autovettura; a Casarano e Taviano i carabinieri hanno denunciato a piede libero 6 persone sorprese alla guida in evidente in stato di alterazione psico-fisica per assunzione di sostanze stupefacenti che hanno rifiutato di sottoporsi ai previsti accertamenti.

Nell'ambito dei controlli sul rispetto delle regole di contenimento del coronavirus sono state sanzionate 50 persone. 


Potrebbeinteressarti