Cronaca Carpignano 

Commessa positiva al virus: chiuso supermercato e dipendenti in quarantena

Accade a Carpignano salentino, dove una commessa sarebbe risultata positiva. Il sindaco dai suoi canali informa i cittadini

Una commessa di un supermercato a Carpignano salentino è risultata positiva al Covid-19: per questo motivo, la direzione dell’attività commerciale ha deciso di chiudere e di mettere in quarantena i dipendenti. A confermarlo sarebbe lo stesso supermercato che ne avrebbe dato comunicazione al sindaco del Comune, Mario Bruno Caputo, che informa dai propri canali, i cittadini della sua comunità: “Da quel che ci risulta – scrive -, sembrerebbe essere stata una decisione dei dipendenti del medesimo supermercato che, riuniti in assemblea spontanea, hanno chiesto al proprietario di mettersi in quarantena per un caso di positività al coronavirus di una commessa”.

La commessa in servizio nel supermercato sarebbe originaria di un paese vicino a Carpignano salentino: “Il Comune non ha notizie certe di tale positività, perché non abbiamo avuto comunicazioni ufficiali né dalla proprietà né dalla diretta interessata. La certezza sembrerebbe però essere stata confermata dalla stessa lavoratrice alle sue colleghe”.

 

“Per scrupolo e dovere – precisa il sindaco -, non avendo alcun potere in materia, ricevuto conferma del potenziale caso di contagio, abbiamo poi provveduto immediatamente ad informare il competente servizio provinciale dell’ASL, nonché la Prefettura di Lecce, sole autorità preposte ad adottare i protocolli operativi in materia, affinché verificassero le voci che ci erano pervenute e assumessero ogni opportuno provvedimento. Nessuna notizia poteva essere diffusa perché la notizia della positività della stessa non era certa (è stata confermata dalla commessa solo un paio di ore fa) e la legge impedisce a tutte le Autorità di diffondere notizie sanitarie protette”.

“Non potendo assumere provvedimenti comunali – prosegue Caputo - in materia e in attesa delle decisioni delle Autorità competenti, ci saremmo aspettati dalla proprietà la decisione di buonsenso di chiudere immediatamente il supermercato, come accaduto in altri comuni per altre attività commerciali. Allo stato, però, neppure l’ASL e la Prefettura, pure prontamente allertate, hanno provveduto a comunicarci alcuna notizia ufficiale né sulla positività né sui provvedimenti che intendono assumere. Non sappiamo se, quando e in quali condizioni, il supermercato riaprirà”.

Potrebbeinteressarti