Arte e archeologia Carmiano 

Carmiano, l’altare barocco dell’Immacolata sarà svelato dopo il restauro

I lavori di recupero, durati 8 mesi, sono stati autorizzati dalla sopraintendenza e dalla Curia leccese

Sarà svelato oggi alle 18.30 nell’antica chiesa dell’Immacolata a Carmiano, l’altare maggiore restaurato, realizzato dallo scultore salentino Giuseppe Zimbalo nel ‘600

I lavori di restauro, autorizzati dalla sopraintendenza di Lecce e dalla Curia leccese, sono stati eseguiti da Giovanni Liaci, Romina Trinchera e Margherita Russo. Intervento finanziato dai fedeli e dalla confraternita dell’Immacolata guidata dal priore Giuseppe Manca, Pasquale Marino e da padre Pompilio Damiano.

I lavori di restauro dell’antico altare barocco sono durati 8 mesi. Eliminata la calce bianca che ricopriva l’opera, sono state riportate alla luce le policromie originali e le foglie oro del seicento, i rifacimenti successivi dell’ottocento e le due epigrafi descritte da monsignor Luigi Paladini negli anni 30. Restaurate anche le parti restanti dell’affresco della Madonna Immacolata, nascoste sotto gli stucchi da diversi secoli, svelando nella parte superiore il volto di Dio e altri simboli litanici della Madonna Immacolata. Prossimi lavori di restauro in programma all’interno della chiesa l’abside e il pulpito.

La cerimonia proseguirà domani pomeriggio alle 18 con la tavola rotonda “Rinascimento Carmianese” dove interverranno, padre Pompilio Damiano, il sindaco Gianni Erroi, i restauratori e lo storico ed esperto d’arte Mattia Spedicato.



Potrebbeinteressarti