Calcio Cronaca Nardò 

Disordini dopo Nardò-Nocerina, feriti 12 poliziotti

Le due tifoserie hanno cercato di entrare in contatto. Fitto lancio di pietre e bottiglie a cui la Polizia ha rsposto sparando alcuni fumogeni. Infagini in corso dalle Questure di Lecce e Salerno.

Nel pomeriggio di ieri  si è disputato l’incontro di calcio di Serie D Nardò-Nocerina alla presenza di circa 1000 tifosi locali e 130 tifosi ospiti giunti da Nocera Inferiore a bordo di pullman e autovetture private.

Al termine dell’incontro, conclusosi con il pareggio tra le due compagini sportive, durante il deflusso del pubblico, circa 80 tifosi neretini, si sono spostati verso il Settore Ospiti all’interno del quale i tifosi nocerini presenti erano in attesa che la situazione si regolarizzasse.

Nonostante la presenza del dispositivo di ordine pubblico e l’invito della Polizia ad allontanarsi, i tifosi del Nardò, travisati e armati di mazze, hanno continuato con delle provocazioni, causando da parte dei tifosi avversari lo sfondamento dei cancelli del settore ospiti intenzionati ad arrivare allo scontro.

La Polizia di Stato in servizio di ordine pubblico ha fortunatamente impedito alle due parti di entrare in contrasto. Tuttavia, i tifosi della Nocerina non propensi a ritirarsi sono venuti a contatto con i Reparti di Rinforzo lanciando all’indirizzo delle Forze dell’Ordine pietre raccolte dalle vicine aiuole e bottiglie di vetro.

Per disperdere entrambi i gruppi, sono stati lanciati alcuni lacrimogeni che hanno consentito di allontanare i neretini ed a far salire sui pullman i nocerini. Durante gli episodi di violenza diversi agenti di Polizia hanno riportato contusioni e ferite.

Sono in corso da parte della Questura di Lecce e dalla Questura di Salerno approfondimenti investigativi per individuare i responsabili e valutare eventuali responsabilità della dirigenza del Nardò su quanto accaduto.


Potrebbeinteressarti