Altri Sport Calcio Cronaca Solidarietà Nociglia 

Sport e disabilità, a Nociglia ''Cuori senza Limiti''

Prima tappa della campagna di sensibilizzazione a sostegno del paratleta e per l'abbattimento di tutte le barriere organizzata dall'associazione Anna e Valter.

Giovedì sera, nella piazza principale di Nociglia, si è svolta la prima tappa di ''Cuori senza Limiti'', la campagna di sensibilizzazione a sostegno del paratleta e per l'abbattimento di tutte le barriere organizzata dall'associazione Anna e Valter e patrocinata dalla Regione Puglia, Comune di Lecce, CIP, US Lecce e CONI.

Cittadini di Nociglia, insieme a tutta la locale amministrazione comunale, hanno partecipato all'evento di sensibilizzazione dove sono intervenuti il presidente provinciale del Coni Gigi Renis, la sociologa Maria Grazia Lezzi, il delegato Cip Piero Turco, il capitano dell'Ascus Lecce non vedenti Davide Dongiovanni e infine il presidente Alfredo Fiorentino dell'associazione Anna e Valter.

E' stato mandato un messaggio forte alla comunità, a cui è stato chiesto un cambiamento culturale, grazie alle testimonianze delle eccellenze sportive salentine presenti, poiché bisogna comprendere che la disabilità è un modo di vivere e qualsiasi persona può e deve avvicinarsi allo sport più congeniale per le sue condizioni; bisogna inoltre creare una rete tra istituzioni, società ed associazioni per far sì che possa crescere l'interesse e l'informazione della politica del possibile.

Una bella serata d'informazione col suggello del messaggio finale del sindaco di Nociglia Vincenzo Vadrucci alla sua comunità affinché da oggi si sia tutti più attenti a tali tematiche per il bene del paese Ha poi concluso l'intervento dell'assessora alle Pari Opportunità nonché vicesindaco Luana Nutricato, che ha voluto fortemente questo evento a Nociglia legittimando il messaggio degli ospiti che si devono abbattere le barriere culturali per dare la possibilità a tutti di fare sport, creando strutture aperte a tutti ed essere noi i primi a dare l'esempio rendendo il posto in cui viviamo accessibile a tutti.


Potrebbeinteressarti