Calcio 

Lecce, la serie A è tua: la cronaca del match

Il Lecce batte il Pordenone per 1 a 0 e torna in massima serie dopo due anni di cadetteria

LECCE – PORDENONE 1 a 0


Lecce: Gabriel, Gendrey (65’Calabresi), Gallo, Hjulmand, Lucioni, Tuia, Strefezza (90’Rodriguez), Majer (65’ Helgason), Coda, Di Mariano (90’Ragusa), Gargiulo (82’Bjorkengren). All. Baroni

Pordenone: Fasalino, Sabbione, Lovisa, Torrasi (77’Gavazzi), Valietti (72’Onisa), Bassoli, Candellone (56’ Mensah), Cambiaghi, Dalle Mura, Butic (56’ Seclì), Zammarini. All. Tedino

Arbitro: Piccinini sez. di Forlì

Marcatori: 46’ Majer

Note – spettatori paganti: 26.904. ammoniti: Majer, Strefezza, Calabresi,




Siamo in serie A. Il Lecce batte il Pordenone per 1 a 0 e torna in massima serie dopo due anni di cadetteria. E’ il gol di Majer al primo minuto del secondo tempo a far esplodere la festa.

Primo assalto Lecce al 5 minuto, conclusione di Coda potente ma centrale, para Fasalino. Al minuto 8 scambio nello stretto Di Mariano – Coda, palla a Strefezza, tiro a giro e grande parata dell’estremo difensore ospite che si distende in tuffo sulla sinistra e con l’aiuto del palo blocca la sfera in due tempi. Forcing giallorosso. Il Pordenone si fa vedere dalle parti di Gabriel con Candellone. Nulla di fatto. Di Mariano in slalom al 18’ salta tre avversari, entra in area ma conclude oltre la traversa. Brividi al 33’ per la retroguardia giallorossa, Gabriel fuori dai pali si salva con recuperando la posizione sul primo palo e respinge il tiro cross dalla sinistra di Cambiaghi. Il Lecce continua ad accattare, ma lo fa con frenesia e poca precisione. Al 45’ diagonale di Strefezza fuori misura. Nel recupero ci prova anche Coda ma il punteggio non si sblocca.

Avvio di ripresa e il Lecce passa in vantaggio dopo appena 60 secondi: Di Mariano dalla sinistra indirizza sul secondo palo per l’inserimento di Majer che di testa indirizza in rete. Due giri di lancette e Strefezza sfiora il raddoppio, il tocco morbido dell’esterno attraversa la linea di porta e poi viene respinto dalla difesa ospite.

Il Pordenone accusa il colpo e non oppone grande resistenza, ma il Lecce non ne approfitta, complice i diversi errori di precisione sotto porta. Al’67 la chance del raddoppio è per Coda ma il pallonetto dell’attaccante sfiora il palo e finisce a lato.

Nell’ultimo quarto d’ora la gara cala d’intensità. Il Lecce è in controllo del match e si attende solo il fischio finale dell’arbitro. C’è il tempo per l’ingresso in campo di Rodriguez e Ragusa e dopo 3 di recupero esplode la festa del Via del Mare. Il Lecce torna in serie da prima della classe.

Potrebbeinteressarti