Calcio Lecce 

Show degli errori, Lecce e Ternana si fermano sul 3 a 3

I giallorossi si fanno recuperare al termine di una gara ricca di emozioni e di intensità

È ancora pari per il Lecce di mister Baroni, bloccato sul 3-3 dalla Ternana al termine di una gara ricca di colpi di scena, spettacolo e strafalcioni. I salentini vanno subito sotto ma reagiscono con veemenza, sprecando e facendosi raggiungere in una gara in cui avrebbero anche meritato il risultato pieno. La classifica dice ora secondo posto momentaneo, ma le rivali devono tutte ancora giocare.

Baroni mescola le carte dando iniziale riposo a Gendrey, sostituito da Calabresi, ed a Gargiulo, al quale è preferito Bjorkengren. Per Lucarelli Donnarumma dal primo minuto e Pettinari solo in panchina. L’inizio di gara è della Ternana, che dopo soli due minuti sfiora il vantaggio con un numero di Partipilo, che eluse le marcature di Lucioni e Dermaku impegna due volte un attento Gabriel. Risposta giallorossa e occasione per Bjorkengren, che riceve al limite ma vede il suo potente mancino deviato spegnersi tra le braccia di Iannarilli. Al minuto 10 sono gli ospiti a sbloccarla: clamorosa topica sulla sinistra di Barreca, che fa passare il pallone favorendo la corsa di Partipilo che consegna a Falletti un pallone facile per lo 0-1 di piatto. Ma il Lecce c’è e reagisce prontamente, trovando il pari dopo nemmeno sessanta secondi: Bjorkengren ruba palla a Proietti e serve Majer, che in pallonetto fa palo-gol. Sei giri di lancette e Lucioni prova a ribaltarla di testa su corner di Majer: pallone nettamente al lato. Nell’azione successiva Falletti scappa sulla linea del fuorigioco costringendo Gabriel all’uscita bassa. Minuto ventuno e botta di Koutsoupias dalla distanza: il mineiro para facile. Clamorosa occasione Lecce al 35 sul destro di Olivieri, che è bravo a lasciare sul posto Kontek su lancio di Majer, ma tarda la conclusione ed il suo esterno destro è respinto da Iannarilli. Il vantaggio leccese è solo rimandato ed arriva al quarantatreesimo con Strefezza, che di destro la mette nell’angolino dai venticinque metri premiando l’assist di un sontuoso Majer. Il Lecce va così in vantaggio all’intervallo.


Nella ripresa giallorossi subito ad un passo dal tris. E’ il 47 quando Olivieri sfrutta l’ennesimo errore in impostazione delle Fere per calciare a botta sicura, trovando un super Iannarilli a dirgli di no. Brividi sugli spalti del Via del Mare quando, al cinquantunesimo, Diakitè scatta sulla destra e arriva a due passi dalla porta, con Lucioni decisivo a sbrogliare. Minuto 54 e azione dirompente dei salentini che liberano al tiro Majer, autore di un destro bello ma troppo centrale per impensierire Iannarilli. Sul ribaltamento di fronte arriva il patatrac: Barreca gioca dietro per Gabriel, che stoppa male favorendo l’intervento di Donnarumma che deve solo appoggiare in rete. Al festival degli errori si aggiunge anche la Ternana, che subito dopo porta al nuovo vantaggio salentino. Azione insistita sulla destra, il pallone arriva a Strefezza che gira debolmente trovando però la deviazione di Boben che spiazza il proprio portiere. Ancora una volta, però, il Lecce si fa riprendere: a siglare la parità è, al 72, Partipilo, che sfrutta le marcature blande per inventare il gol della domenica con un preciso mancino a giro. Punizione di Di Mariano all’ottantatreesimo, con Iannarilli attento ad alzare in corner. L’occasione per vincere arriva ad un soffio dal novantesimo con Hjulmand, che riceve al limite calciando forte di destro con la palla che va larga davvero di un nulla. L’assedio finale non sortisce effetti ed è pari finale.
Nel prossimo turno il Lecce sarà ospite della SPAL, martedì alle ore 20.30.

Fonte: Salentosport.net

Potrebbeinteressarti