Calcio Lecce 

Pari tra Lecce e Como: delusione al “Via del Mare”

I giallorossi fischiati a fine partita dai tifosi presenti allo stadio: a Coda risponde Cerri

Finisce in parità e tra i fischi di delusione degli oltre 6mila tifosi giallorossi tornati allo stadio Via Del Mare la sfida interna Lecce – Como. Per i giallorossi una prova deludente: la volontà messa in campo da Coda e compagni non basta per sopperire la poca lucidità in fase d’attacco e ingranaggi di squadra ancora da rodare. Ora la sosta nazionali che potrà tornare utilissima per il lavoro di mister Baroni.

Parte bene il Como: primo tiro in porta al 7’ con La Gumina, para facile Gabriel. Dopo un avvio in difficoltà il Lecce prova a prendere campo. Al 18’ giallorossi in avanti, azione manovrata per Olivieri, la conclusione dell’attaccante è facile preda di Gori. Tre giri di lancette e Strefezza scodella in area per Coda, colpo di testa su cui il portiere ospite è chiamato alla parata in tuffo. Il Lecce cresce, le offensive migliori arrivano dagli esterni. Como in difficoltà, costretto a chiudersi sulla difensiva.

Il match si sblocca al 38’. Coda innescato da Gendrey calcia verso la porta, Scaglia devia col braccia e Gori para. L’arbitro richiamato dal Var assegna il penalty. Dal dischetto Coda trasforma.

Il vantaggio toglie concentrazione al Lecce e il Como ne approfitta subito. La reazione ospite è veemente e si concretizza nel pareggio di testa di Cerri, abile nell’insaccare su cross dalla destra di Iovine. Bel finale di prima frazione. Squadre al riposo sull’uno a uno.

La ripresa si apre con il Lecce più offensivo. Il ritmo in campo c’è, manca però la necessaria lucidità in avanti per far male all’avversario. Al 60’ Baroni ordina il doppio cambio: dentro Di Mariano e Gallo per Olivieri e Vera.

La formazione salentina non sfonda e rischia di andare sotto alla mezz’ora con la doppia conclusione sprecata da Solini e La Gumina.

Scampato il pericolo mister Baroni prova a dare la scossa a suoi e al 75’ getta nella mischia Listkowski per Strefezza. La gara non decolla. Il Como gioca accorto mentre per i giallorossi troppa frenesia e poca precisione negli attacchi.

Nei quattro minuti di recupero non accade più nulla e al fischio finale è 1 a 1 tra Lecce e Como.

TABELLINO:

LECCE – COMO

Lecce: Gabriel, Gendrey, Vera (15’st Gallo), Lucioni, Tuia, Hjulmand, Majer (41’st. Bjorkengren), Helgason (41’st. Paganini), Coda, Strefezza (30’st. Listkowski), Olivieri (15’st.Di Mariano). A disposizione: Bleve, Dima, Meccariello, Paganini, Di Mariano, Monterisi, Bjorkengren, Bjarnason, Listkowski, Gallo, Calabresi. All. Baroni

Como: Gori, Bovolon (33’st. Cagnano), Scaglia, Solini, Iovine, Bellemo, Hmaidat (33’st. Arrigoni), Ioannou, La Gumina (38’st Gabrielloni), Cerri (22’st. Gliozzi), Chajia (22’st Parigini). A disposizione: Facchin, Bolchini, Bertoncini, Kabashi, Gabrielloni, Parigini, Arrigoni, Varnier, Chierichietti, Cagnano, Gliozzi, Lovumbo. All. Gattuso

Arbitro: Marchetti della sez. Ostia lido

Marcatori: 40’ Coda (r), 42’ Cerri

Note – spettatori: 6.192 - ammoniti: Helgason, Scaglia, Ioannou, Di Mariano

Andrea Tafuro

 

 

Potrebbeinteressarti