Calcio Lecce 

Lecce sprecone, il Brescia pareggia nel recupero

La squadra giallorossa non riesce a mantenere il vantaggio procurato da Rodriguez e Bjorkengren

Il Lecce spreca tutto e nel finale si fa raggiungere sul pari dal Brescia. Non basta il doppio vantaggio maturato nella ripresa per consegnare i tre punti alla formazione di Corini che colleziona il decimo pari in campionato. Tra i salentini buone le prestazioni di Hjulamand e Rodriguez, deludono ancora invece Mancosu, Tachtsidis e Stepinski, apparsi sottotono e sostituiti dopo la prima frazione di gioco. Il Lecce cerca la svolta in campionato nella sfida interna contro il Brescia. L’avvio di gara dei salentini è positivo, pericolosi nel primo quarto di gara con la combinazione Coda-Stepinski-Mancosu interrotta per fuorigioco. Al 12’ poi la chance dalla distanza per Hjulmand respinta oltre la traversa da Joronen. L’undici di Clotet, corto nei reparti, si vede in avanti con Aye al 22’ che da ottima posizione calcia fuori. Match che prosegue sui binari dell’equilibrio. Poche le emozioni, nonostante un Brescia più intraprendente rispetto all’avvio. Tra i giallorossi è Hjulmand il più pericoloso, ma la sua conclusione nel finale di frazione non trova la porta. La ripresa si apre con il triplo cambio in casa Lecce: dentro Majer, Henderson e Rodriguez al posto dei deludenti Tachtsidis, Mancosu e Stepinski.

La mossa di mister Corini si rivela subito azzeccata: Maggio lancia lungo per Coda, controllo e palla al centro per l’inserimento di Rodriguez che si avventa sulla sfera e con un tocco morbido supera Joronen in uscita per l’uno a zero Lecce. I salentini galvanizzati dal vantaggio si rendono nuovamente pericolosi al 54’ sugli sviluppi d’angolo battuto da Henderson, sponda di Maggio per Hjulmand che da posizione defilata manda alto di testa. Il forcing del Lecce è costante e al minuto 58’ arriva il raddoppio: Henderson dall’out destro entra in area e crossa sul secondo palo per l’accorrente Bjorkengren che di testa insacca il 2 a 0. Il Brescia accusa il colpo ma non molla e al 75’ accorcia le distanze con Bisoli, partito da posizione dubbia, ma più lesto di tutti a trasformare in rete la corta respinta di Gabriel su colpo di testa di Aye. Match riaperto. Il Lecce reagisce con la conclusione improvvisa di Rodriguez respinta in angolo dall’estremo difensore ospite. Finale di gara ad alta intensità. Mister Corini passa al 4-5-1 e rafforza il centrocampo con Gallo al posto di un esausto Coda. Quattro i minuti di recupero. Il Brescia attacca a pieno organico, i salentini non ripartono più, e sull’ultima chance i lombardi pareggiano con l’incornata vincente di Aye. Lecce beffato. Finale 2 a 2.

TABELLINO

LECCE – BRESCIA 2 a 2

 LECCE: Gabriel, Maggio, Zuta, Hjulmand, Pisacane, Lucioni, Tachtsidis (46’Majer), Bjorkengren (70’Nikolov), Coda (88’Gallo), Mancosu (46’Henderson), Stepinski (46’Rodriguez). A disposizione: Bleve, Vigorito, Meccariello, Paganini, Nikolov, Majer, Gallo, Henderson, Rodriguez, Yalcin, Pettinari, Monterisi. All. Corini

BRESCIA: Joronen, Mateju (81’Bjarnason), Chancellor, Magraviti, Martella (70’Karacic), Bisoli, Labojko, Jajello, Donnarumma, Spalek (60’Pajac), Aye. A disposizione: Andrenacci, Karacic, Ghezzi, Skrabb, Verzeni, Pajac, Fridjonsson, Bjarnason. All. Clotet

ARBITRO: Calvarese di Teramo

MARCATORI: 46’ Rodriguez, 58’ Bjorkengren, 75’ Bisoli, 94’Aye.

Note – ammoniti: Chancellor, Hjulmand

Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti