Calcio Lecce 

Lecce, altro pari: l’attacco costruisce, la difesa disfa, è 2 a 2 col Cittadella

Ancora un altro pareggio per i giallorossi, incapaci di portare a casa il vantaggio maturato grazie alla doppietta di Coda. Al rientro sfida col Monza di Berlusconi

Pareggia 2 a 2 contro il Cittadella il Lecce che si conferma in versione “tela di Penelope”. L’attacco costruisce e la difesa disfa.

Una gara ad alta intensità ben giocata da entrambe le squadre che portano a casa un punto a testa. Per Coda, tra i migliori dei giallorossi, una doppietta che fa salire il bottino stagionale a 10 marcature.

La gara - Al “Tombolato” si gioca l'ultima partita dell'anno solare, valida per la 16ª giornata del girone di andata della Serie BKT. Avvio deciso per i giallorossi guidati in panchina da mister Lanna, per l’indisponibilità prolungata da covid del tecnico Eugenio Corini. La buona partenza del Lecce dopo appena un minuto porta al gol di Stepinski, gioia stoppata dalla decisione del direttore di gara che annulla per fuorigioco della punta sulla prima conclusione in porta di Henderson.

Il Cittadella reagisce e nel primo affondo, al minuto otto, passa in vantaggio: dalla sinistra D’Urso mette al centro per Ogunseye che in elevazione sovrasta Zuta e insacca alle spalle di Gabriel.

La sfida sale d’intensità, in sessanta secondi Tsadjout impegna ancora Gabriel, poi tocca a Coda per il contrattacco dei salentini, para Kastrati. Nonostante le sofferenze difensive, la pressione in avanti del Lecce è costante e al 18’ arriva il pari: Tachtsidis palla al piede taglia il campo sino al limite dell’area, assist per Coda che col destro mira al bersaglio e realizza l’uno a uno con un preciso rasoterra sul primo palo. Al 24’ ammonizione pesante per Lucioni, il difensore diffidato sarà squalificato e salterà il debutto del 2021 contro il Monza. La gara si gioca su buoni ritmi, diversi i capovolgimenti di fronte. Lecce pericoloso al 39’ con il diagonale al volo di Stepinski, para in angolo non senza difficoltà Kastrati. L’undici salentino riparte con fluidità di manovra, Tachtsidis e Stepinski costruiscono, palla in profondità per Coda implacabile al 45’ nel battere l’estremo difensore locale per il ribaltone Lecce.

La ripresa si apre con gli stessi undici in campo per il Lecce e la novità Tavernelli nell’attacco dei veneti. I ritmi in campo sono sostenuti, le due squadre si affrontano a viso aperto. Adjapong al 57’ dalla distanza sfiora il palo, replica dei locale al 60’ con Ogunseye, sfera sul palo. Le emozioni si susseguono. Stepinski non affonda e sul capovolgimento di fronte il Cittadella pareggia: Donnarumma crossa al centro area, la difesa giallorossa sbanda e Tavernelli di testa realizza il 2 a 2. Match tornato in equilibrio.

Il Cittadella galvanizzata dal pareggio spinge in avanti. Mister Lanna prova a riorganizzare i suoi con l’inserimento di Majer per Bjorkengren. Poi è il turno di Calderoni e Dermaku al posto di Zuta e Henderson per il 3-5-2 dei salentini. Nel mezzo chance per Proia, provvidenziale Gabriel in uscita bassa. Nel Cittadella dentro Gargiulo subito pericoloso col mancino, devia in angolo il portiere brasiliano del Lecce. Quattro i minuti di recupero, ma il risultato non cambia. Finale al “Tombolato” 2 a 2.

Tabellino

Cittadella: Kastrati, Vita, Perticone, Iori, Adorni, Proia (83’Gargiulo), Donnarumma, Branca, D’Urso (46’Tavernelli), Tsadjout (35’ Rosafio) (89’Grillo), Ogunseye. A disposizione: Plechero, Camigliano, Rosafio, Grillo, Frare, Gargiulo, Tavernelli, Smajlaj, Awua. Allenatore: R. Musso

Lecce: Gabriel, Adjapong, Zuta (83’Calderoni), Lucioni, Meccariello, Bjorkengren (65’Majer), Henderson (83’Dermaku), Mancosu (88’Listkowski), Coda, Stepinski (88’ Dubickas), Tachtsidis. A disposizione: Bleve, Borbei, Paganini, Rossettini, Monterisi, Dermaku, Listkowski, Gallo, Dubickas, Calderoni, Maselli, Majer. Allenatore: S. Lanna

Arbitro: Marco Piccinini della sez. di Forlì

Marcatori: 8’ Ogunseye, 18’ e 45’ Coda, 64’ Tavernelli

Note – ammoniti: Lucioni, Proia, Bjorkengren, Meccariello.

Andrea Tafuro

 

Potrebbeinteressarti