Calcio Lecce 

Corini elogia i suoi ma non vuole distrazioni: «Rabbia per quel gol subito, mai spegnersi»

«Se il gruppo è pronto a sacrificarsi, le gratificazioni arriveranno per tutti. Ma se le devono meritare, voglio sempre un'elevata intensità»

Sette gol in 90 minuti15 in tre gare. Il Lecce sta scaldando i motori e mister Eugenio Corini, nel post-Reggiana, ha parole di elogio per tutti.

“LA REGGIANA DARÀ FASTIDIO A MOLTI” – «La squadra ha lavorato bene, ha costruito tante situazioni da gol. Sapevo che sarebbe stata una partita aperta, la Reggiana prova sempre a giocare, con questo atteggiamento sono tornati in B, noi abbiamo messo in campo le nostre caratteristiche e abbiamo lavorato bene anche nella fase di non possesso, sviluppando gioco. Abbiamo vinto una partita contro una squadra che darà fastidio a molte altre squadre. Abbiamo preparato bene la gara e l’abbiamo sviluppata correttamente, evidenziando i nostri pregi».

ATTACCO ATOMICO – «Ringrazio la società per avermi messo a disposizione così tanti elementi di qualità, ma voglio spendere una parola anche per chi è dietro e sviluppa determinate situazioni per alimentare le nostre capacità realizzative. Mi piace la mentalità di non fermarsinon mi piace la partita passiva. Sto inculcando questa mentalità nei miei giocatori e ci sono segnali di crescita dopo questa prestazione. Grazie al lavoro degli attaccanti, poi, che permettono alla squadra di accorciare, riescono ad andare in gol anche altri giocatori».

RABBIA PER IL GOL SUBITO – «Mi sono arrabbiato perché potevamo prendere gol in altre situazioni, ma non così come lo abbiamo preso, in una situazione di pieno controllo. Voglio sempre la massima attenzione, non ci dobbiamo mai spegnere».

MIGLIOR GARA STAGIONALE – «Se questa è stata la nostra miglior partita sinora? Spero ce ne saranno ancora di più importanti come prove e dovranno essere figlie di un percorso di crescita. Magari vinceremo 1-0 ma con una prova solida e equilibrata. La crescita deve continuare e la squadra ha un’idea di gioco che continua a migliorare».

CINQUE CAMBI – «Sono un vantaggio per noi perché sono importanti per dosare le energie in una stagione così lunga e anche per cambiare a livello tattico a gara in corso, ma dipende sempre dai miei giocatori. Se si faranno trovare pronti e se il gruppo è pronto a sacrificarsi, le gratificazioni arriveranno per tutti. Ma se le devono meritare, voglio sempre un’elevata intensità».

Fonte: Salentosport.net

Potrebbeinteressarti