Calcio Lecce 

Verso Brescia, tutto sull'anticipo di lusso della terza giornata di Serie B

Sarà un’apertura col botto per la Serie B: il sipario sul turno numero 3 del campionato cadetto, infatti, si alza su una gara tra due nobili rappresentanti della categoria

Sarà un’apertura col botto per la Serie B: il sipario sul turno numero 3 del campionato cadetto, infatti, si alza su una gara tra due nobili rappresentanti della categoria. Lo stadio Rigamonti è il palcoscenico di Brescia-Lecce, una sfida che presenta intrecci affascinanti, la cui vigilia è movimentata da entrambe le parti. La partita (venerdì ore 21) sarà trasmessa in diretta Raisport

L’inizio stagionale delle Rondinelle, infatti, è stato tutt’altro che tranquillo: la squadra, affidata quest’estate alle cure di un tecnico esperto come Gigi Delneri, ha iniziato malissimo la stagione e si trova attualmente sul fondo della classifica. Dopo l’1-1 dell’esordio contro l’Ascoli (gol di Donnarumma), è arrivato il cappotto in casa del Cittadella (0-3): un risultato che ha fatto andare su tutte le furie il presidente dei lombardi, Massimo Cellino, subito pronto ad esonerare Del Neri per rimpiazzarlo col fido Diego Lopez. I retroscena narrano di una furiosa lite tra il massimo dirigente bresciano e l’ormai ex allenatore: episodio a cui si aggiungono dichiarazioni clamorose. “In 30 anni nel mondo del calcio – ha detto Cellino – non mi era mai successo di venire minacciato dai giocatori. Gente che voleva essere ceduta, altrimenti sarebbe andata in depressione. Ho cinque telefoni e sono tutti spenti, perché chiamano me quando ci sono i direttori sportivi? Se si fa avanti qualcuno interessato, gli regalo il club”.

L’atmosfera in casa Brescia non è certo idilliaca, considerando anche le notizie riguardanti il Coronavirus. Sono due, in particolare, i casi di positività riscontrati nella società lombarda lo scorso sabato: questo ha costretto lo staff tecnico a sospendere per due giorni gli allenamenti, in modo tale da poter sanificare tutti gli ambienti comuni del centro tecnico di Torbole Casaglia. Proprio oggi sarà previsto il secondo giro di tamponi per tutto il gruppo squadra: Lopez spera che i problemi siano finiti qua, in modo tale da poter preparare al meglio una gara che si preannuncia di per sé complicata.

Il Lecce, da parte sua, ha il chiaro obiettivo di bissare l’autorevole vittoria agguantata nella trasferta di Ascoli: un 2-0 che ha visto andare a segno capitan Mancosu e lo scozzese Henderson. Inizio incoraggiante quindi per i giallorossi, con la porta difesa da Gabriel che è ancora inviolata. Anche per la prossima partita, come si può leggere su un sito specializzato che propone pronostici calcio, ci si aspetta una partita chiusa con poche reti, con il Lecce in leggero vantaggio rispetto al Brescia. La striscia di imbattibilità del portiere salentino potrebbe quindi salire a tre partite consecutive, con un pronostico che vede il Lecce favorito per il successo finale (X2), insieme a uno score che non andrà oltre l’Under 2,5.

Nel capoluogo salentino, questa volta per il reparto di attacco invece, è arrivato anche l’ultimo colpo di Pantaleo Corvino: si tratta del centravanti spagnolo Pablo Rodriguez, giunto a titolo definitivo dal Real Madrid. La pedina completa un reparto avanzato che, a breve, si arricchirà ancora grazie al ritorno di Stefano Pettinari, giocatore svincolato per il fallimento del Trapani e pronto a vestire nuovamente i colori giallorossi. Sotto la lente d’ingrandimento, in vista della trasferta di Brescia, ci sono le condizioni di tre big come Falco, Mancosu e Paganini: i tre avevano chiuso la settimana seguendo un programma d’allenamento personalizzato.

C’è attesa anche per il ritorno in gruppo di Adjapong (fuori con l’Italia Under 21, sebbene la trasferta in Islanda sia stata rimandata) e degli altri nazionali Dermaku, Dubickas e Listowski. L’atmosfera nel gruppo giallorosso, poi, è diventata meno tesa dopo la conferenza stampa in cui il presidente Sticchi Damiani e il d.s. Corvino hanno “chiuso” i due casi legati a Mancosu e Tachtsidis: entrambi i giocatori avevano espresso via social qualche mal di pancia per le rispettive situazioni contrattuali. Dei malintesi che, almeno per quanto riguarda il capitano, sono stati chiariti in via definitiva: “Voglio concludere qui a Lecce la mia carriera. È la prima volta che lo dico – ha ribadito a tal proposito il calciatore sardo – io ho una storia d’amore con questa maglia e con questa terra”. Il discorso in merito al centrocampista greco è più complicato: “Ha avuto un’offerta dall’Arabia Saudita – dice Corvino – che offriva un contratto biennale a cifre importanti. Ora dobbiamo trovare una soluzione di buon senso: purtroppo i tempi per sostituirlo non c’erano”.

Brescia-Lecce, infine, rappresenterà una gara molto particolare per l’allenatore giallorosso Eugenio Corini. Il giovane tecnico ha vissuto in Lombardia la gioia della promozione in A nel campionato 2018-2019, venendo poi esonerato due volte dal suo vulcanico ex presidente nella stagione appena trascorsa. Le emozioni e i ricordi che accompagneranno l’avvicinamento a questa trasferta saranno tanti. A partire dal fischio d’inizio del match, però, tutto svanirà e l’unico obiettivo da perseguire sarà quello di permettere al Lecce di trascorrere almeno una notte in vetta alla classifica di Serie B. Il Cittadella capolista, infatti, giocherà il pomeriggio successivo sul campo di un Cosenza che ha mostrato di essere squadra coriacea e difficile da superare.

Fonte: Salentosport.net 

Potrebbeinteressarti