Calcio Maglie Ugento 

Esordio in casa per l’Asd Ugento: scontro con la Toma Maglie

Appuntamento valido per il campionato di Eccellenza: l'incontro si terrà domenica alle 15.30 sul manto artificiale del Comunale di via Taurisano

Si avvicina a grandi passi l’esordio casalingo in campionato per l’Asd Ugento. La squadra allenata da Mimmo Oliva scenderà in campo domenica alle 15.30 sul manto artificiale del Comunale di via Taurisano: avversario di giornata la Toma Maglie passata da pochi giorni nelle mani esperte dell’allenatore Claudio Luperto. Una sfida importante per capitan Ivan Regner e compagni, i quali ci terranno a dare il massimo e conquistare il bottino pieno.

Costretto ai box da un fastidioso infortunio subìto dopo pochi minuti dall’inizio della gara di Coppa Italia in casa dell’Atletico Racale, dovrà ancora mordere il freno il centrocampista giallorosso Andrea Maiolo.

«Di certo non fa piacere a nessuno stare fuori, tutti avevamo voglia di rientrare in campo dopo il lockdown causato dall’emergenza sanitaria. Ma tant’è, in attesa di un rientro che sarà graduale nelle prossime settimane – ammette Maiolo - tiferò dagli spalti per i miei compagni e per i colori giallorossi».

Nella Toma Maglie che renderà visita nel pomeriggio di domenica accanto all’ex direttore sportivo ugentino Loris Bavone, diversi calciatori che nell’Ugento hanno vissuto la scorsa e straordinaria stagione in Eccellenza.

«Sarà un piacere rincontrare Esposito, Alessandrì, Pasca, Castrì – sottolinea la mezzala dell’Ugento – dei quali non devo scoprire io le qualità. Di certo ci terranno a fare bene. Questo metterà più sale alla partita che si preannuncia difficile e complicata ma – non si nasconde Andrea Maiolo – che abbiamo tutte le possibilità per fare nostra».

Maiolo incontrerà con piacere anche il neo allenatore della Toma Maglie, Claudio Luperto, dal quale è stato guidato per due stagioni nel settore giovanile del Lecce e anche a Gallipoli: «Un tecnico preparato e di grande spessore umano. Il mister cura in maniera maniacale ogni particolare – dice ancora il 22enne calciatore dell’Ugento – e mette sempre la propria squadra nelle condizioni di ben figurare».

Sebbene siano passate ancora poche gare ufficiali, Maiolo non si nasconde e dà un personale giudizio sull’inizio di stagione dell’Ugento: «Abbiamo messo in cassaforte il passaggio del turno in Coppa Italia e un pareggio importante alla prima partita di campionato, quella disputata al “Bianco” contro il Gallipoli di Toma. Dobbiamo migliorare nell’approccio alla partita – dice ancora Andrea Maiolo – ma siamo un gruppo, nel quale i nuovi con la loro esperienza e le loro qualità si sono subito amalgamati coi confermati, che fa del lavoro quotidiano e della voglia di sacrificarsi gli unici comandamenti per raggiungere i risultati».

 

Potrebbeinteressarti