Calcio Lecce 

Tre prove che fanno un indizio: l’ipotesi Corvino (con Liverani) regge

l ritorno del ds di Vernole a Lecce potrebbe andare in porto e non è escluso che sulla panchina giallorossa sieda ancora Fabio Liverani, che Corvino volle ai tempi della Fiorentina

L’ipotesi di un ritorno di Pantaleo Corvino a Lecce regge. L’idea era già nell’aria anche prima di Lecce-Parma di domenica scorsa. La proprietà di via Costadura si è riunita due volte negli ultimi tre giorni, prima e dopo la funesta partita persa contro i ducali.

C’è, di base, il desiderio di porre le fondamenta per un progetto serio che preveda un campionato di vertice. Questo lo si è appreso dalle parole del presidente Saverio Sticchi Damiani, affidate ai canali social dell’Us Lecce nell’immediato post-Parma. Dall’altra parte, mister Fabio Liverani, che, sino a pochi giorni fa sembrava in procinto di prendere il traghetto per la Sardegna, sponda Cagliari, ha sottolineato che, per lui, non conta la categoria, ma “il posto dove posso allenare e fare il mio calcio”.

Tra le righe, queste frasi rappresentano un’apertura alla permanenza nel Salento del tecnico della doppia promozione in due anni. “La società mi ha sempre fatto sentire importante“ è un’altra frase che ha il suo peso specifico. D’altronde, l’ex Genoa non ha mai fatto mistero di trovarsi bene all’ombra di Sant’Oronzo, circondato dall’affetto e dalla stima sia dei suoi datori di lavoro, sia dai salentini, tifosi e non.

Nei film gialli si dice che tre prove fanno un indizio”. Il terzo sarebbe la stima reciproca tra Pantaleo Corvino e Fabio Liverani, che risale sin dai tempi della Fiorentina. Fu proprio il ds di Vernole a volerlo e a portarlo in maglia viola, nell’estate del 2006, quella della vittoria azzurra del Mondiale tedesco. Liverani, sull’Arno, ci rimase per due stagioni, partendo da outsider e conquistando sul campo la fiducia di Cesare Prandelli. Corvino, poi, non riuscì a trattenerlo a Firenze e il regista prese la strada di Palermo.

Con questo scenario, sembra destinata a terminare – in anticipo sulla scadenza del contratto, giugno 2022 – l’esperienza dell’attuale ds Mauro Meluso a Lecce.

Fonte: Salentosport

Potrebbeinteressarti