Calcio Lecce 

Liverani: «Ciclo chiuso? No, cerco un posto dove fare il mio calcio»

Il tecnico del Lecce non esclude di continuare con i salentini: Contatti con altre squadre? Mi hanno fatto piacere e reso orgoglioso, ma non ho grandissime ambizioni di categorie. Devo trovare il posto dove posso fare calcio e allenare a modo mio

Fabio Liverani è stanco, per la calura salentina di inizio agosto, per essersi sgolato per 97 minuti e per aver dato tutto, dalla panchina, come suo solito. Il suo futuro passerà, forse, da una riflessione notturna. Così il tecnico del Lecce a Sky nel post-Parma.

“La sconfitta di Genova? Non è stata decisiva, o almeno non quanto non aver fatto bottino pieno a Cagliari e a Bologna, dove abbiamo recuperato la gara, abbiamo sfiorato il gol vittoria e abbiamo perso nel recupero. Il nostro è stato un anno particolare che ci servirà a tutti come esperienza. Forse il nostro percorso di risalita dalla C alla A è arrivato prima del previsto, ma non posso recriminare nulla, abbiamo fatto qualcosa di straordinario, giocando a calcio su tutti i campi d’Italia senza buttare mai un pallone, partendo sempre dalla difesa La gente deve essere orgogliosa di noi. Il futuro? Facciamo passare questa notte e faremo delle valutazioni a mente fredda, perché ci sono state emozioni forti e serve del tempo per smaltirle. Ciclo chiuso? No, anzi, c’è grande voglia della proprietà che mi ha sempre fatto sentire importante, io non ho mai lavorato per una determinata categoria, a me piace fare calcio e lo faccio dove c’è la possibilità di esprimere le mie idee. Sono relativamente giovane e non cerco altri tipi di contratto, ma un posto dove poter esprimere il mio calcio. La categoria in cui si gioca non ha grande valore per me. Contatti con altre squadre? Mi hanno fatto piacere e reso orgoglioso, ma non ho grandissime ambizioni di categorie. Ripeto, devo trovare il posto dove posso fare calcio e allenare a modo mio”.

Fonte: Salentosport.net 

Potrebbeinteressarti