Calcio Lecce 

Urlo Lecce, Mancosu e Lapadula ribaltano l’Udinese: giallorossi a -1 dal Genoa

Una vittoria importantissima quella dei giallorossi a Udine che con il contemporaneo tracollo del Genoa a Reggio Emilia alimenta le speranze di salvezza

Il Lecce vince e alimenta le speranze di salvezza. Il 2 a 1 esterno ai danni dell’Udinese, firmato Mancosu e Lapadula, permette ai giallorossi di accorciare ad un solo punto il divario in classifica dal Genoa quartultimo. La permanenza in serie A passerà ora dagli ultimi 90’ minuti della stagione, in programma domenica.

Squadre chiuse e ritmi blandi in avvio di gara. Dopo una fase di studio, al 6’ minuto prima offensiva del match per l’Udinese col tiro di Fofana terminato a lato. I ritmi in campo non decollano. Squillo Lecce al 24’ con la ripartenza orchestrata da Mancosu per Falco, il tiro centrale dell’attaccante è facile preda per Musso. Cooling break per le due squadre.

Dopo la pausa è l’Udinese a ripartire meglio. Nestoroski segna ma è in fuorigioco, il gol è nell’aria e al 36’ la formazione bianconera passa con l’incornata vincente di Samir su corner calciato da De Paul. Lo svantaggio sveglia il Lecce che si riversa in attacco e al 40’ conquista il penalty per il tocco di braccio in area friulana di Becao. Dal dischetto capitan Mancosu non sbaglia e pareggia i conti. Primo tempo in archivio sull’uno a uno.

La ripresa si apre con il Lecce più propositivo. Al 58’ dentro Majer per Mancosu infortunato. La formazione salentina, obbligata a vincere, si espone in avanti alla ricerca del gol. Falco il più pericoloso. L’Udinese replica affidandosi alle ripartenze del subentrato Lasagna. Secondo cooling break al 71’. Il forcing Lecce sale d’intensità, al 78’ sui piedi di Lucioni l’occasione per il vantaggio ma la conclusione del difensore non inquadra la porta. Due giri di lancette e i giallorossi trovano il gol dell’1-2 con Lapadula rapace nel girare in rete l’assist di Barak. L’Udinese non è domata e al minuto 88’ si fa pericolosa dalle parti di Gabriel con Lasagna. Cinque i minuti di extratime. Il Lecce serra le fila e porta a casa 3 punti fondamentali per continuare a sperare nella salvezza.

UDINESE – LECCE 1 a 2

Udinese: Musso, Becao, Troost-Ekong, Samir, Ter Avest, Fofana (70’Zeegelaar), De Paul, Walace, Sema, Okaka (55’ Lasagna), Nestorovski. A disposizione: Nicolas, Ballarini, Compagnon, De Maio, Lirussi, Mazzolo, Palumbo, Zeegelaar, Lasagna, Oviszach. All. Gotti

Lecce: Gabriel, Donati, Calderoni (52’Dell’Orco), Paz (52’Meccariello), Lucioni, Mancosu (58’Majer), Petriccione (82’Tachtsidis), Barak, Falco, Shakhov, Lapadula (82’ Saponara). A disposizione: Vigorito,Vera, Colelli, Dell’Orco, Rimoli, Monterisi, Meccariello, Majer, Tachtsidis, Saponara, Sava. All. Liverani

Arbitro: Orsato di Schio; assistenti: Manganelli – Giallatini; IV uomo: La Penna; VAR: Giacomelli - Bindoni

Marcatori: 36’ Samir, 40’ Mancosu (r), 80’ Lapadula

Note – ammoniti: Paz, Calderoni, Lapadula, Sema, Donati.

Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti


Lecce: tutto in 90 minuti

La sfida che vale la serie A inizia oggi alle 20.45 ma molto dipenderà da quello che succederà in contemporanea a Genova