Calcio Lecce 

Liverani, ultime speranze salvezza: «Servono 6 punti. L'Udinese se la gioca? Giusto così»

Il tecnico giallorosso ammette le tante difficoltà avute soprattutto a causa dello stop forzato e della carenza di risorse, ma non si arrende: «I ragazzi daranno sempre il massimo»

Il tecnico giallorosso Fabio Liverani ha parlato alla vigilia di Udinese-Lecce, match in programma domani alle 19.30 che dirà molto sulle ultime velleità di salvezza dei salentini.

Il Lecce meritava di arrivare alla gara con qualche punto in più, ma ci crede: «C’è grande rammarico perché nelle ultime tre trasferte abbiamo tirato in porta tipo cinquanta volte, prendendo però solo 1 punto. Ora abbiamo poche speranze, però ne avremmo meritate tantissime per quanto prodotto nelle ultime gare giocate. Dobbiamo cercare di fare sei punti in queste ultime gare. Non sarà facile, ma dobbiamo provarci per non avere rimpianti».

I giallorossi non hanno mai incontrato squadre arrendevoli sulla loro strada: «Per me il calcio è questo, ovvero affrontare squadre che, nonostante una posizione di classifica tranquilla, se la giocano comunque. Devono finire le storie viste fino a 10 anni fa, in cui ad un certo punto non era più calcio. E’ giusto che, come il Bologna, anche l’Udinese faccia la sua gara, e sappiamo che non ci regalerà nulla».

Con le difficoltà incontrate, per il Lecce non era comunque semplice affrontare nel miglior modo l’ultima fase della stagione: «Per noi lo stop è stato devastante, ci ha portato via tanti giocatori facendoci giocare in grande emergenza. Ci sono mancati elementi, soprattutto nello stesso reparto. L’attacco è stato decimato, e per noi che dovevamo vincere non era facile. Anche la difesa ne ha risentito, con solo due centrali disponibili. E poi Barak, le punte, Calderoni eccetera. Per una piccola come noi è davvero dura senza così tanti elementi».

Fonte: Salentosport.net 

 

Potrebbeinteressarti


Lecce: tutto in 90 minuti

La sfida che vale la serie A inizia oggi alle 20.45 ma molto dipenderà da quello che succederà in contemporanea a Genova