Calcio Lecce 

Il Lecce ci prova ma non sfonda: a Cagliari finisce 0-0

In casa del Cagliari di Zenga finisce a reti inviolate, con i giallorossi terzultimi in classifica a -1 dal Genoa

CAGLIARI – LECCE 0 a 0

Cagliari (3-5-2): Cragno, Walukiewicz, Klavan, Lykogiannis, Mattiello(68’Farago), Nandez, Ionita (68’Birsa), Rog, Nainggolan (30’Ragatzu), Joao Pedro (84’Pereiro), Simeone. A disposizione: Rafael, Pisacane, Ceppitelli, Cigarini, Farago, Carboni, Pereiro, Ragatzu, Paloschi. All. Zenga

Lecce (4-3-2-1): Gabriel, Donati, Calderoni (40’Rispoli), Paz, Lucioni, Petriccione (75’Deiola), Barak, Mancosu, Babacar(75’Majer), Saponara, Falco (33’Farias). A disposizione: Vigorito, Vera, Dell’Orco, Rispoli, Sava, Majer, Tachtsidis, Rimoli, Shakhov, Deiola, Farias. All. Liverani

Arbitro: Daniele Orsato di Schio; assistenti: Manganelli – Giallatini; IV uomo: Fourneau; VAR: Pairetto – Lo Cicero

Marcatori:

Note – ammoniti: Deiola, Birsa

Il Lecce ci prova ma non sfonda. In casa del Cagliari di Zenga finisce a reti inviolate, con i giallorossi terzultimi in classifica a -1 dal Genoa.

Sul punteggio pesano le grandi parate di Cragno e l’errore sottoporta di Babacar nel primo tempo.

Ritmi bassi in avvio di gara tra Cagliari e Lecce. Alla “Sardegna arena” sono i padroni di casa a condurre il gioco, con i salentini, corti nei reparti, pronti a ripartire in contropiede. Simeone al 18’ prova a infiammare il match ma la sua conclusione termina a lato. Il Lecce si scuote e al 21’ sfiora il vantaggio in rapida successione con la conclusione dalla distanza di Falco e con la doppia chance Saponara – Babacar, con il tiro dell’attaccante che si stampa incredibilmente sul palo.

Alla mezz’ora la sfida perde per infortunio muscolare due protagonisti: Nainggolan nei sardi e Falco, sostituito da Farias, nel Lecce. Al 40’ secondo cambio obbligato nei giallorossi con Rispoli al posto di Calderoni e spostamento di posizione degli esterni con Donati che passa a sinistra.

Lecce nuovamente vicino al vantaggio al 43’ con il contropiede orchestrato da Mancosu per Saponara, ma il diagonale dell’attaccante non centra lo specchio di porta. Risposta Cagliari al 48’ con il tiro a lato di Ragatzu. Dopo cinque minuti di recupero, squadre al riposo sullo 0 a 0.

La ripresa si apre con un Lecce più offensivo. L’undici di Liverani si spinge in avanti con maggiore insistenza e al 54’ trova anche il gol con Saponara, ma l’attaccante è in fuorigioco e l’arbitro Orsato annulla. Sessanta secondi e la palla buona capita a Mancosu, anche qui la posizione è di offside.

La gara è viva, squadre lunghe in campo e meno tatticismi, a vantaggio delle occasioni da rete. Farias tra i giallorossi è il più intraprendente, Babacar e Barak non concretizzano.

A quindici minuti dal termine doppia sostituzione nel Lecce con Majer e Deiola al posto di Petriccione e Babacar. Al 80’ fiammata Cagliari con il diagonale di Simeone, Gabriel è reattivo e respinge. Scampato il pericolo i giallorossi ripartano all’attacco, ma tra Farias e la via per il gol, c’è Cragno in giornata super.

Quattro i minuti di extratime. Il Lecce ci prova ancora, ma il Cagliari è attento e il risultato non cambia.

Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti