Calcio Lecce 

Barak, voglia di lottare: «Ora sto bene, mi piace giocare ogni 3 giorni. Salvezza apertissima»

La mezzala giallorossa si è ripreso dall'infortunio ed è tornato un punto fermo dello scacchiere tattico di mister Liverani

Dopo aver saltato per infortunio il primo match post ripresa con il Milan, Antonin Barak ha ritrovato il campo nella ripresa della sfida con la Juve e non lo ha più lasciato. Della sua condizione e di quella della squadra ne ha parlato ai canali ufficiali del club giallorosso.

Martedì sono arrivati tre punti fondamentali: «Con la Lazio abbiamo giocato bene, vincendo meritatamente. Era una gara fondamentale e lo sapevamo, dando tutto sul campo. Siamo stati concentrati, la difesa ha fatto un ottimo lavoro. Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare per portare a casa i tre punti importanti per una lotta salvezza aperta come mai. Di certo c’è che dobbiamo pensare solo a noi».

Sulla sua condizione: «Mi sento bene, ho preso una botta molto forte prima del match con il Milan e per questo non ho potuto giocare. Ora sto bene ed è importante giocare. Io sto lavorando al massimo per aiutare la squadra, par fare la mia parte in quello che è un grandissimo gruppo. La nostra unità e l’identità di gioco che mister Liverani ci dà sono la nostra forza».

Andando un po’ in controtendenza con quanto si è sentito nelle ultime settimane, Barak è felice di giocare così tanto e così a stretto giro: «L’ho già detto altre volte, secondo me tutti i giocatori sono contenti quando si gioca sempre. Questo perché ogni partita alza il livello di qualità di gioco del singolo, ed è questo l’unico modo in cui si può migliorare, forse anche più dell’allenamento. L’unica cosa che mi dispiace davvero di tutto ciò è l’assenza dei tifosi». 

Fonte: Salentosport.net 

Potrebbeinteressarti

Lecce: tutto in 90 minuti

La sfida che vale la serie A inizia oggi alle 20.45 ma molto dipenderà da quello che succederà in contemporanea a Genova