Calcio Lecce 

Tachtsidis e Paz errori grossolani. Ancora male Falco: le pagelle del ko con la Samp

I due rigori doriani nascono da altrettante pesantissime incertezze. Liverani toppa l’approccio, anche se dalla sua ha le tante assenze. Ma sono diversi i giocatori lontani dalla forma fisica ottimale

Lecce-Sampdoria, le pagelle

Gabriel voto 6,5: sul primo rigore di Ramirez compie un intervento clamoroso, ma la fortuna non è dalla sua parte. Sul secondo intuisce ma non può nulla, nel mezzo invece si contano diverse buone letture ed un ottima risposta su Gabbiadini quando ancora si era sul punteggio di 1-1.

Rispoli voto 5: ok la generosità, ma oggi si somma un’altra prestazione con troppa poca qualità, soprattutto nella prima frazione, quando da quinto dovrebbe garantire un minimo sbocco alla manovra offensiva. Nella ripresa ci prova, difettando sempre in precisione.

Donati voto 6: pronti via spreca una clamorosa occasione che poteva valere il gol del vantaggio. Tiene botta sia da centrale nei tre, sia nella linea a quattro, dimostrando grande carisma ed intelligenza.

Paz voto 5: nel complesso gioca una discreta prestazione, a tratti irruenta, confermando quanto di buono fatto nella trasferta di Torino. L’intervento che porta al secondo rigore doriano appare però troppo ingiustificato, oltre a pesare come un macigno sulla contesa.

Meccariello voto 6: si disimpegna abbastanza bene per tutto l’arco dei primi 45 minuti, sfiorando anche il gol con un buon inserimento su azione d’angolo. Resta negli spogliatoi per un problema fisico.

Dal 46’ Babacar voto 5,5: con il suo ingresso in campo la squadra guadagna in centimetri e fisicità. L’ex Sassuolo lavora bene di sponda in più di una circostanza, senza però riuscire ad incidere come ci si aspetterebbe da un elemento con le sue doti tecniche. Le gare passano, ma il suo apporto continua a mancare.

Calderoni voto 5,5: prova a buttare il cuore oltre l’ostacolo, affidandosi alla solita corsa e generosità. Porta a casa un paio di sortite pericolose e poco più. Nello sprint finale servirebbe ritrovare quello che si era confermato un importante valore aggiunto.

Tachtsidis voto 5: un buon primo tempo, con interessanti geometrie ed un buon lavoro come schermo davanti alla difesa, intervallato da diversi errori. Pesante, pesantissimo lo sciagurato intervento con il quale regala il primo rigore alla Samp.

Petriccione voto 5,5: con il suo ingresso in campo la squadra sembra guadagnare in termini di velocità e brillantezza in mezzo al campo. Con il passare dei minuti però il suo rendimento cala e nel forcing finale non riesce a trovare la giusta lucidità.

Barak voto 5: la condizione fisica non è delle migliori. Fatica nella prima frazione, cresce leggermente nella ripresa, ma il vero biondo che aveva incantato nelle prime apparizioni ad oggi è un lontano ricordo. Calcia debolmente nel finale, la chance che poteva valere il pari.

Mancosu voto 6: glaciale come sempre dagli undici metri, ma per il resto anche lui non riesce a dare quello che potrebbe alla manovra giallorossa. Ha il fiato corto, e non è il solo. 

Saponara voto 5,5: ci prova, riesce a conquistare anche il penalty del momentaneo pareggio, ma nel complesso ci si aspetta davvero molto di più. Nel finale si allarga sul binario mancino, finendo per eclissarsi.

Dall’81’ Shakhov sv

Falco voto 5: ancora una volta una prestazione pienamente sotto tono. Perde un paio di palloni innescando altrettante pericolosissime ripartenze blucerchiate. Rimane spesso imbottigliato nelle maglie della difesa ospite senza mai riuscire ad incidere. Solo uno spunto interessante a metà ripresa, con una conclusione però troppo debole e centrale.

Dal 67’ Farias voto 5: da lui ci si aspetta quella marcia in più che si era vista in altre gare, ma questa volta l’impatto non è certamente positivo. In più di una circostanza si intestardisce nell’uno contro uno, finendo per sbattere sulla retroguardia avversaria. Urge ritrovare il vero Farias.

Liverani voto 4,5: sbaglia completamente la formazione iniziale, presentandosi con un modulo fin troppo rinunciatario, al cospetto di una Samp senza un vero e proprio terminale offensivo. Prova a rimediare nella ripresa, ma questa volta la rimonta riesce solo a metà. Ora serve tirar fuori il coniglio dal cilindro, perché la situazione appare sempre più complicata. Dalla sua ha le tante assenze di peso. Ma diversi suoi giocatori sono fuori forma. E il ko odierno potrebbe pesare tantissimo. 

Sampdoria: Audero 6; Bereszynski 6, Yoshida 6.5, Colley 6.5, Augello 7 (dal 76? Murru 6); Depaoli 6,5, Thorsby 5.5, Ekdal 6 (dal 76? Vieira 6), Jankto 6.5 (dal 82? Leris sv)Ramirez 7,5; Bonazzoli 5 (dal 46? Gabbiadini 5.5). Allenatore: Ranieri 6.5.

Salentosport

Potrebbeinteressarti