Calcio Lecce 

Lecce, altro ko con la Sampdoria: tre rigori decidono una sfida segnata dagli errori

Un altro insuccesso per la squadra di Liverani: un doppio rigore di Ramirez consegna la vittoria ai blucerchiati. Non basta il gol di Mancosu

LECCE – SAMPDORIA 1 a 2

Lecce: Gabriel, Rispoli, Donati, Paz, Meccariello (46’ Babacar), Calderoni (88’ Vera), Tachtsidis (46’ Petriccione), Barak, Mancosu, Falco (67’ Farias), Saponara (80’ Shakhov). A disposizione: Vigorito, Sava, Radicchio, Vera, Petriccione, Shakhov, Monterisi, Maselli, Rimoli, Farias, Babacar. All. Liverani

Sampdoria: Audero, Bereszynski, Augello (76’ Murru), Colley, Yoshida, De Paoli, Ekdal (76’Viera), Jankto (83’ Loris), Thorsby, Ramirez, Bonazzoli (46’ Gabbiadini). A disposizione: Seculin, Falcone, Viera, Chabot, La Gumina, Maroni, Murru, Leris, Bertolacci, D’Amico, Quagliarella. All. Ranieri.

Arbitro: Gianluca Rocchi di Firenze; assistenti: Passeri – Lo Cicero; IV uomo: Illuzzi; VAR: Pasqua di Tivoli, AVAR: Di Vuolo.

Marcatori: 39’ Ramirez (r), 50’ Mancosu (r), 75’ Ramirez (r)

Note - ammoniti: Paz, Augello, Mancosu, Thorsby, Bereszynski

Il Lecce degli errori e degli orrori difensivi crolla in casa contro la Sampdoria e complica la corsa verso la salvezza. Tre i rigori che decidono un match dalle valutazioni arbitrali fortemente contestate.

Mister Liverani sceglie la coppia Falco-Saponara in attacco e schiera il Lecce con il 352. Dopo un avvio di studio è la formazione giallorossa a rompere gli indugi, rendendosi pericolosa al 6’ con Meccariello, il colpo di testa del difensore su cross dalla sinistra di Falco, è deviato in angolo da Audero. Sugli sviluppi del corner Donati da ottima posizione calcia fuori. Sessanta secondi e gli ospiti replicano con Bonazzoli, ma Gabriel è attento e devia fuori.

Al 15’ duro scontro Donati-Bonazzoli. Gioco fermo per alcuni minuti e difensore giallorosso costretto a ricorrere alle cure del personale medico per poter riprendere la gara. Al 25’ cooling break con le squadre che raggiungono le panchine per dissetarsi. Il match riprende ma i ritmi in campo restano blandi. I giallorossi privi di un riferimento in avanti si affidano alle ripartenze dei singoli, dopo un buon avvio corale.

Al 39’ il match si sblocca: Tachtsidis sbaglia l’anticipo in area e atterra Jankto, per Rizzoli è rigore. Dal dischetto Ramirez calcia forte, Gabriel intercetta ma la sfera dopo aver sbattuto sulla traversa entra in rete. Blucerchiati in vantaggio al riposo.

Nella ripresa il Lecce passa al 4-3-3 e mister Liverani ordina il doppio cambio con Petriccione e Babacar al posto di Meccariello e Tachtsidis. Negli ospiti dentro Gabbiadini per Bonazzoli.

La formazione salentina torna intraprendente, Saponara sulla sinistra appare maggiormente ispirato e al 49’ entrato in area è steso da Thorsby. Rigore per il Lecce. Dal dischetto Mancosu spiazza Audero e realizza il pareggio giallorosso.

La gara tornata in equilibrio offre diversi capovolgimenti di fronte. Nel Lecce, alla ricerca del gol, dentro Farias al posto di un esausto Falco.

Nel migliore momento dei giallorossi è la Sampdoria a passare nuovamente in vantaggio con il secondo rigore realizzato da Ramirez al 75’, per fallo di Paz su De Paoli.  Il Lecce accusa il colpo, la reazione offensiva è poco lucida. Barak all’85’ calcia debole centralmente e Audero para senza affanni.

Sette i minuti di recupero per le speranze giallorosse. Il Lecce ci prova, ma la Sampdoria regge ogni assalto e porta casa tre punti importanti in chiave salvezza.

Andrea Tafuro 

Potrebbeinteressarti

Lecce: tutto in 90 minuti

La sfida che vale la serie A inizia oggi alle 20.45 ma molto dipenderà da quello che succederà in contemporanea a Genova