Calcio Cronaca Lecce 

Lecce-Atalanta, trionfa il caos: "riaperta" la trasferta ai tifosi bergamaschi

Da questa mattina sono riaperte le vendite anche al settore ospiti. Cortocircuito istituzionale sulla vicenda, ma la verità è che la trasferta non è mai stata formalmente chiusa.&...

Da questa mattina sono riaperte le vendite anche al settore ospiti. Cortocircuito istituzionale sulla vicenda, ma la verità è che la trasferta non è mai stata formalmente chiusa.  “Giallo” Lecce-Atalanta e caos generalizzato dinanzi alla decisione di negare la trasferta ai tifosi bergamaschi da parte del Consiglio dei Ministri, ieri sera, ammesso che la proposta di chiudere le porte del Via Del Mare ai sostenitori della Dea sia davvero arrivata su quel tavolo. Perché, ad oggi, regna la confusione e quel che è certo che, invece, le vendite sono state riaperte anche per il settore ospite e che alcuni tifosi dell’Atalanta stanno già arrivando nel capoluogo salentino. Questo un breve riassunto di quanto avvenuto ieri: attorno alle 19 sono state chiuse le vendite al settore ospite, perché la proposta di vietare la trasferta ai bergamaschi per l’emergenza Coronavirus stava per essere discussa in Consiglio dei Ministri, in base a quanto emerso dall’incontro avvenuto nel pomeriggio tra il ministro Spadafora e le autorità calcistiche. La decisione avrebbe portato al rimborso dei circa 150 sostenitori atalantini previsti nel capoluogo salentino. In serata una nota di un deputato salentino, Lorenzo Donno, dava per acquisito il provvedimento da lui stesso sollecitato.  Stamattina, però, il cortocircuito si è reso evidente: le ipotesi sono che la proposta non sia stata approvata (e forse mai discussa in Consiglio dei Ministri) e che la Lega Calcio non abbia avuto modo di recepirla per via delle tempistiche ristrette. Di fatto, da stamattina è riaperta nuovamente la vendita online e i tifosi bergamaschi stanno già arrivando a Lecce per la partita. Insomma, non c’è alcun divieto e forse non c’è mai stato. Intanto, vengono rinviate le altre cinque sfide di serie A che dovevano giocarsi a porte chiuse.   

Potrebbeinteressarti