Cultura Melpignano 

Taranta, per il concertone la scenografia di Mimmo Paladino

In queste ore si lavora freneticamente ai preparativi del concertone della Notte della Taranta, che anche quest'anno, il 25 agosto, avrà come cornice il convento degli Agostiniani di Melpignano...

In queste ore si lavora freneticamente ai preparativi del concertone della Notte della Taranta, che anche quest'anno, il 25 agosto, avrà come cornice il convento degli Agostiniani di Melpignano. Lo sfondo del grande concerto, diretto da  Goran Bregovic, avrà, in questa edizione, una scenografia disegnata dal maestro Mimmo Paladino, uno tra i maggiori rappresentanti della Transavanguardia, movimento artistico che cerca saldi legami con la tradizione storica, riproponendo il passato con un linguaggio figurativo neo-espressionista. Si tratta di una vera e propria opera d’arte, che riesce a evocare immaginidi popoli di etnie diverse riunite in un unico grande spazio e che il MaestroPaladino ha voluto fosse "fatta" con le luminarie della tradizione salentina, "legando" così l’opera al nostro territorio. Per il grande fondale, formato da 6 pannelli, si utilizzerà il legno, la vernice bianca, le piccole lampade colorate, in un lavoro di collaborazione che vede impegnati circa 12 tecnici da oltre 20 giorni e l’impiego di 5.000 lampade LED, per un consumo di soli 2.000 watt, grazie a questa nuova tecnologia.

Potrebbeinteressarti


A Novoli i vincitori del Premio Nabokov

Assegnati in Salento, sabato 29 febbraio 2020, presso il teatro comunale di Novoli i premi del Nabokov 2019. I risultati sono stati decretati dalla giuria presieduta da Pino Scaccia e coordinata da...