Cronaca Sanità Lecce 

Ufficiale, nessun caso di coronavirus in Puglia: negativi i test su tutti i pazienti

Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, provenienti da Lodi, e su un 25enne salentino. Nessun caso di Coronavirus in Puglia: la conferma ufficiale arriva dal direttore del Diparti...

Esito negativo dai test effettuati su due ragazzi baresi, provenienti da Lodi, e su un 25enne salentino. Nessun caso di Coronavirus in Puglia: la conferma ufficiale arriva dal direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, che spiega come i test effettuati oggi al Policlinico di Bari sui pazienti che presentavano sintomi compatibili con N-COV 19 siano risultati negativi. Tra loro una coppia di ventenni, provenienti da Lodi dove lavorano, e un militare salentino di 25 anni, in licenza da Treviso, che era stato ricoverato sabato sera al Fazzi con febbre e tosse. I primi esami, nel caso dell’aviere salentino, avevano già escluso il virus e il secondo tampone, effettuato al Policlinico di Bari, hanno ulteriormente confermato il dato. Così come avvenuto per i ventenni baresi che erano stati messi in isolamento. Mentre il numero delle vittime e dei contagi in Italia si aggiorna, dunque, una buona notizia per la Puglia. Intanto, in queste ore, contro la psicosi e i “falsi allarmi” che si moltiplicano, si schiera anche la Croce Rossa, che in un appello diffuso via social precisa: “Da ieri si rincorrono notizie false riguardo a un caso accertato di paziente affetto dal virus corona covid-19. Abbiamo presa visione di foto fatte a nostro personale di ambulanza, operatori e soccorritori dotati di dispositivi di protezione individuale (dpi) che recavano titoli e didascalie improponibili”. “I nostri operatori, da protocolli ufficiali, indossano – spiegano – da sempre dispositivi tali per interventi di tipo anche solo sospetto. Non abbiamo nessun caso accertato di coronavirus. Vi preghiamo di non condividere e/o divulgare notizie che non siano accreditate da fonti ufficiali. Divulgando notizie false si contribuisce solo a rendere più difficile il lavoro di #CRI dei medici e di tutti i sanitari. Aiutateci nel nostro lavoro e divulgate buoni e giusti consigli e aggiornamenti utili”. “La task force – aggiungono - è operativa sul territorio da molto prima che si scoprisse il focolaio in Lombardia. Questo avviene nella massima discrezione e serietà che il caso richiede. Tutti insieme e con il vostro supporto possiamo continuare ad operare nella massima professionalità ed esperienza che ci appartiene. Come Croce Rossa siamo dotati di ambulanze e dispositivi di alto biocontenimento di ultima generazione e di personale formato e preparato ad effettuare interventi per meglio espletare i trasferimenti con mezzi idonei”. “Ad oggi – chiariscono - sono stati soccorsi, trattati e trasferiti diversi casi sospetti che, grazie al cielo, si sono rivelati falsi allarmi. Ovviamente non vengono trascurate le misure di sicurezza e tutti gli esami vengono effettuati come da protocolli nazionali ed internazionali. Invitiamo a mantenere la calma e soprattutto la lucidità e intelligenza per affrontare meglio, insieme e uniti, questa situazione che riguarda tutti. Con ASL, gli organi sanitari ufficiali, il Ministero della Sanità, i nostri numeri verdi e canali ufficiali #CRI, nonché bollettini ufficiali, terremo costantemente informata la popolazione”.  La Regione Puglia, per ragioni di sicurezza e prevenzione, è pronta ad emettere un'ordinanza per la segnalazione preventiva al medico di base di tutti coloro che stanno rientrando da fuori regione, tra cui gli studenti. L'appello è a non presentarsi in ospedale ma a contattare i numeri di emergenza. 

Potrebbeinteressarti