Calcio Società Lecce 

Rinascita Refugees: un successo sportivo e sociale 

La formazione di calcio multietnica quasi interamente composta da calciatori richiedenti asilo e ospiti dello Sprar della cooperativa “Rinascita”. Dodici gare e 25 punti conquistati nel c...

La formazione di calcio multietnica quasi interamente composta da calciatori richiedenti asilo e ospiti dello Sprar della cooperativa “Rinascita”. Dodici gare e 25 punti conquistati nel campionato di Terza Categoria provinciale per trasformare il sogno sportivo della Rinascita Refugees, formazione di calcio multietnica quasi interamente composta da calciatori richiedenti asilo e ospiti dello Sprar della cooperativa “Rinascita”, in una solida realtà del panorama calcistico salentino. Una squadra nata con l’obiettivo di accogliere e integrare, e che ha saputo dare un calcio al razzismo mettendosi in gioco sui vari campi della provincia di Lecce e Brindisi attraverso le storie e il talento calcistico di 24 ragazzi. Il team guidato dal mister Hassane Niang Baye e dal direttore generale Vincenzo Nobile, nell’ultima gara del torneo ha battuto lo Specchia con un tennistico 7 a 0, aumentando a 30 i gol realizzati in stagione, contro i 14 subiti sinora. Dopo due/terzi di torneo il bilancio dei Refugees è secondo posto in classifica dietro al Melpignano, grazie a 7 vittorie, 4 pareggi ed una sola sconfitta proprio contro la capolista.  “Il buon piazzamento in classifica ci rende soddisfatti del progetto intrapreso con grande impegno, fair play e passione – ammette il dirigente Vincenzo Nobile. La nostra mission più grande resta essere testimonial di un calcio inclusivo e antirazzista,  tuttavia grazie ai risultati conseguiti in campo i ragazzi non sono più una sorpresa – evidenzia Nobile - ogni gara è un mettersi alla prova contro avversari che ci affrontano secondo il valore che sappiamo esprimere sul terreno di gioco, e questo è un successo sportivo e sociale di integrazione e meritocrazia”.  Andrea Tafuro

Potrebbeinteressarti