Cronaca Lecce 

Detenuto dà fuoco alla cella, cinque agenti intossicati

L’episodio è accaduto questa mattina nella Casa circondariale di Lecce. Un gravissimo episodio è avvenuto nella Casa Circondariale di Lecce questa mattina: un detenuto di origin...

L’episodio è accaduto questa mattina nella Casa circondariale di Lecce. Un gravissimo episodio è avvenuto nella Casa Circondariale di Lecce questa mattina: un detenuto di origini italiane ha dato fuoco alla stanza di pernottamento. Immediato l’intervento della Polizia penitenziaria. Nel corso dell’intervento sono rimasti intossicati cinque agenti. Il detenuto è stato messo in sicurezza. Lo comunica Pasquale Montesano, segretario generale aggiunto OSAPP (Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria) che aggiunge: “Mai come in questo periodo viviamo un drammatico momento di completo stato di abbandono e la Polizia penitenziaria si trova sempre più sola e in condizioni disumane a risolvere le criticità che si presentano nel quotidiano con grave penuria di personale senza strumenti e mezzi. Non si conoscono le motivazioni del grave gesto attuato dal detenuto. L’OSAPP da tempo denuncia violente aggressioni, offese, sputi ed altro riservato nei confronti del personale di Polizia Penitenziaria. Anche questa mattina, solo grazie alla prontezza del medesimo personale non si è sfiorata una grave tragedia: in condizioni estreme gli agenti hanno portato a termine, con spirito di abnegazione e senso del dovere il proprio lavoro nonostante la gravissima penuria di personale e il grave sovraffollamento dell’istituto penitenziario. Chiediamo che il Ministro Bonafede dichiari lo stato si emergenza e convochi un tavolo per affrontare concretamente e in modo definitivo i problemi più urgenti”. .

Potrebbeinteressarti