Ambiente Cronaca Salve 

Motopesca incagliato, recuperato il gasolio a bordo: scongiurato sversamento in mare

È accaduto a Torre Pali, dove l’intervento degli uomini della Guardia Costiera ha evitato lo sversamento del carburante in mare e la messa in sicurezza dell’area. Incagliato nei ...

È accaduto a Torre Pali, dove l’intervento degli uomini della Guardia Costiera ha evitato lo sversamento del carburante in mare e la messa in sicurezza dell’area. Incagliato nei pressi di Torre Pali con un carico di quintali di carburante: grazie all’intervento dei militari della Guardia costiera di Gallipoli è stato scongiurato lo sversamento del gasolio in mare da parte di un motopesca, nella giornata di ieri. L’imbarcazione di circa 25 metri era rimasta incagliata sabato scorso al largo di Salve, a circa 150 metri dalla costa. L’equipaggio era stato subito soccorso, ma l’attenzione si era poi necessariamente spostata sulla messa in sicurezza dell’area, vista la presenza di un grosso carico di carburante a bordo del motopesca: propedeutico alle operazioni di ieri è stato il sopralluogo effettuato nei giorni scorsi dal personale specialistico della Guardia costiera e dai sommozzatori dei vigili del Fuoco, il cui impiego ha consentito di accertare la quantità di combustibile presente a bordo (circa 5 m3) oltre che la situazione generale dello scafo. Dopo aver constatato la pericolosità ambientale determinata dalla presenza stessa dell’unità incidentata, incagliatasi in prossimità di una costa ad altissima rilevanza ambientale e paesaggistica e verificato le risorse antinquinamento disponibili nel Compartimento marittimo di Gallipoli, sono state attivate le procedure per ottenere da parte del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare l’autorizzazione all’impiego dell’unità Ievoleco – di stanza nel porto di Otranto - della Società consortile Castalia, per il trasporto a smaltimento dei materiali liquidi inquinanti. Le operazioni di aspirazione dalle casse della barca e di successivo travaso sull’unità Ievoleco, iniziate alle 7 del mattino e durate circa 9 ore, a causa dei bassi fondali presenti in zona sono state condotte con l’impiego di mezzi nautici minori dagli uomini della Guardia Costiera, coadiuvati dal personale specialistico del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco di Lecce. L’operazione ha di fatto eliminato il rischio della fuoriuscita in mare della grossa quantità di combustibile presente. Infatti, al termine della stessa sono stati conferiti a bordo dell’unità Ievoleco, specializzata nel recupero di idrocarburi, circa 42 quintali di gasolio e 700 litri di emulsione acqua-olii. Inoltre, altro materiale pericoloso è stato conferito al locale centro di raccolta dei rifiuti, tra i quali 3 batterie e 2 bombole gas. Sono già in corso le valutazione tecniche ed amministrative finalizzate alla rimozione dell’intera unità dalla località in cui si è incagliata.  

Potrebbeinteressarti