Cultura Lecce 

“1938-1945 La persecuzione degli Ebrei in Italia": a Lecce s’inaugura la mostra

L’inaugurazione presso il complesso dell’ex ospedale dello Spirito Santo, attuale sede della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Lecce, Brindisi e Taranto....

L’inaugurazione presso il complesso dell’ex ospedale dello Spirito Santo, attuale sede della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle province di Lecce, Brindisi e Taranto.   In occasione della ricorrenza del Giorno della Memoria, si terrà oggi a Lecce l’inaugurazione della Mostra “1938-1945 La persecuzione degli Ebrei in Italia. Documenti per la storia”, promossa dal Ministero dell’Interno – Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, dalla Prefettura di Lecce e dal Centro di Documentazione Ebraica Contemporanea, con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri- Comitato di coordinamento per le celebrazioni in ricordo della Shoah. La mostra è stata realizzata con la collaborazione di MIBACT – Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto, Soprintendenza Archivistica e Bibliografica della Puglia e della Basilicata, Archivio di Stato di Lecce - e di: Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Comune di Nardò, Università del Salento e Corsi di Laurea in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali, Polo Bibliomuseale di Lecce, Ufficio Scolastico Territoriale di Lecce, Comunità Ebraica di Napoli, Museo ebraico – Jewish Museum di Lecce, Museo della memoria di Santa Maria al Bagno. L’evento, unico per l’anno in corso nel territorio nazionale, comprende pannelli espositivi di proprietà del CDEC e una ulteriore documentazione che ripercorre la vicenda degli ebrei nel territorio salentino, a partire dalla emanazione delle leggi razziali e dalla propaganda di regime fino all’internamento e al lavoro coatto, nonché la presenza degli ebrei profughi ospitati nei quattro campi di transito istituiti nel dopoguerra in questa provincia.  All’inaugurazione interverranno il Capo Dipartimento per le Libertà Civili e l’Immigrazione, Prefetto Michele Di Bari, il Direttore della Fondazione CDEC, la Comunità Ebraica di Napoli, nonché le Autorità della provincia e i rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione del progetto. La mostra si terrà dal 20 gennaio al 9 febbraio, con ingresso gratuito presso il complesso dell’Ex Spedale dello Spirito Santo, ora sede della Soprintendenza nei seguenti orari: 10 – 12.30 (da martedì a domenica), 17.00 – 19.30 (da giovedì a domenica), lunedì 27 gennaio 17.00 – 19.30. L’Ufficio Scolastico Territoriale coordinerà le visite degli Istituti Scolastici che potranno fruire anche di modalità di trasporto agevolate per il tramite di STP Terra d’Otranto e della Provincia di Lecce. L’inaugurazione sarà arricchita dall’intervento musicale a cura dell’Ensemble del Conservatorio di musica Tito Schipa di Lecce con brani originali e trascrizioni di canti della tradizione sefardita.  

Potrebbeinteressarti


A Novoli i vincitori del Premio Nabokov

Assegnati in Salento, sabato 29 febbraio 2020, presso il teatro comunale di Novoli i premi del Nabokov 2019. I risultati sono stati decretati dalla giuria presieduta da Pino Scaccia e coordinata da...