Società Lecce 

Violenza sulle donne, 239 casi nel 2019: il 18% ha meno di 30 anni

Relazione dati ufficiali sull’incidenza del fenomeno nell’anno 2019: il report del centro antiviolenza "Renata Fonte". Il 18% delle richieste di aiuto comprende ragazze tra i ...

Relazione dati ufficiali sull’incidenza del fenomeno nell’anno 2019: il report del centro antiviolenza "Renata Fonte". Il 18% delle richieste di aiuto comprende ragazze tra i diciotto e i ventinove anni, maltrattate e vessate da compagni coetanei. Maria Luisa Toto, presidente del Centro Antiviolenza “Renata Fonte” di Lecce punta il faro sull’incidenza del fenomeno nel Salento, reso ancor più allarmante dal fatto che  l’indicatore percentuale è incrementato proprio a causa delle richiesta di aiuto da parte delle giovanissime. Duecentotrentanove i casi totali denunciati solo nel 2019 e questo indica un mancato decremento generale della problematica.  Si evince che il 91% delle donne ha cittadinanza italiana, il 2,8% ha cittadinanza nei paesi dell’Unione Europea ed il 5,56% è di cittadinanza extra UE.  La fascia d’età tra i trenta ed i quarantacinque anni è quella maggiormente colpita dal fenomeno, il 70% . Con riferimento allo stato civile, risulta che le donne che hanno avuto accesso al centro sono per il 33% coniugate, il 26,5% separate, il 5,5% divorziate , questo attesta  il carattere intrafamiliare della violenza, anche dopo la separazione. Per ciò che concerne il dato relativo alle donne nubili, 31,5 %, si può affermare che le forme di violenza vengono agite all’interno della relazione di coppia.  Il fenomeno è trasversale e colpisce chiunque. Si registra infatti che il 48% delle donne sono diplomate ed il 18% laureate.  I  dati, inoltre, attestano che l’assoggettamento della donna può peggiorare in caso di assenza di un lavoro stabile: il 20% risulta non occupata ed il 30% con occupazione precaria. Si segnala, tuttavia, che la violenza si manifesta anche attraverso l’arbitrario accesso, da parte dell’uomo violento, a risorse economiche della donna che lavora.  Le donne che si rivolgono al Centro Antiviolenza “Renata Fonte” spesso riferiscono di aver subito violenza multiple. Si tratta di violenze agite da partner o ex partner, dirette ad esercitare forme di controllo e di sopraffazione. Alle violenze fisiche o sessuali si accompagnano spesso anche violenza psicologica e di carattere economico.  La violenza psicologica sembra però accompagnare tutte le forme di violenza, così come quella del ricatto economico. Rispetto al 2018, aumentano le donne che subiscono violenza fisica, psicologica e stalking, mentre diminuiscono le sessuali. 

Potrebbeinteressarti