Cronaca Copertino 

Adesca nove minori sui social e le obbliga a mandargli foto intime: in carcere

L’uomo è stato arrestato questa mattina dopo una delicata indagine portata avanti dai carabinieri di Copertino. Adescava minorenni sui social e le obbligava a mostrargli le parti intim...

L’uomo è stato arrestato questa mattina dopo una delicata indagine portata avanti dai carabinieri di Copertino. Adescava minorenni sui social e le obbligava a mostrargli le parti intime: è stato arrestato all’alba di questa mattina un uomo di Palermo, dopo le attività di indagini dei carabinieri della Tenenza di Copertino e della Compagnia di Gallipoli. Il soggetto risultava indagato a seguito di una denuncia sporta dai genitori di una delle vittime: nello specifico, l’uomo, tra marzo 2018 e aprile 2019, aveva contattato 9 minori, le più piccole di 12 anni, tramite social network, costringendole a mostrare le proprie parti intime sotto la minaccia di contattare i genitori ed informarli di aver intrattenuto contatti con uno sconosciuto. L’uomo chiedeva, pertanto, alle ragazze di mostrare i propri organi sessuali e di mettersi in pose erotiche, facendosi poi inviare il materiale pedopornografico così prodotto. Le attività d’indagine, coordinate dal Sostituto Procuratore presso la Procura della Repubblica del Tribunale di Lecce –Luigi Mastroniani, oltre alla ricezione della denuncia, hanno avuto ad oggetto 3 delicate perquisizioni domiciliari all’interno del capoluogo siciliano, con il sequestro di consistente materiale informatico, con all’interno cospicui file con materiale pedo-pornografico. L’Ufficio di Procura di Lecce, vista la gravità indiziaria, ha disposto un fermo d’indiziato di delitto eseguito nella mattinata odierna dai carabinieri, alla presenza del comandante della Tenenza di Copertino, Salvatore Giannuzzi, in Palermo: l’uomo, catturato, si trova in carcere presso la Casa Circondariale “Pagliarelli”. Dovrà rispondere di pornografia minorile ed estorsione.

Potrebbeinteressarti