Solidarietà Novoli 

"I sogni son desideri": poesia e beneficenza a Novoli in ricordo di Filippo Fasanelli

 Tutti i premiati del concorso di poesia nazionale "Liberi di sognare senza far rumore". Si è svolta lunedì 6 gennaio alle 18.30 presso il Teatro Comunale di Novol...

 Tutti i premiati del concorso di poesia nazionale "Liberi di sognare senza far rumore". Si è svolta lunedì 6 gennaio alle 18.30 presso il Teatro Comunale di Novoli la serata di arte e beneficenza organizzata dall'associazione "Filippu e panaru" in collaborazione con il Comune di Novoli. Durante l'evento "I sogni son desideri" si sono esibiti l'enfant prodige del tamburello Tommy Miglietta con il suo gruppo Kuntéo, il musicista Claudio Procopio che ha accompagnato il reading di Maurizio D'Anna che ha declamato le poesie in concorso, e il presentatore Gianni Ippoliti. A condurre la serata il presentatore Ivan Bonetti e Gisella Centonze, madrina della serata e presidente dell'associazione "Filippu e panaru". Durante la serata sono state premiate le poesie che hanno partecipato al concorso nazionale "Liberi di sognare senza far rumore".  Ecco tutti i premiati:  Categoria A, under 19 in italiano: I posto: Giulia Cenerini di Lecce con la poesia “Shhh” II posto: Martina Tanieli di Lecce con la poesia “Altrove” III posto: Domenico Urgo di Gravina di Puglia con la poesia “L’essenza dei sogni” Categoria B, Over 19 in italiano:  I posto:  Alessandro Tassinari di Ravenna con la poesia “Promesse d’eternità” II posto: Giuseppe Salvatore di Cosenza con la poesia “Cammino inverso” III Posto: Alba Rosaria Contino di Squinzano con la poesia “Il volo dell’aquilone” Categoria C, Poesia dialettale senza limiti d’età I posto: Carlo Vincenzo Greco di Lecce con la poesia “Senni rusciari” II posto: Salvatore Giannuzzi di Lecce con la poesia “Datime amore” III posto: Marcello Nicoletti di Lecce con la poesia “Patruni cu mmaginamu citti citti” Menzione speciale fuori concorso per Pierluigi Serio per la sua poesia “La via delle parole”. Tutto il ricavato della serata è stato destinato al reparto di Oncolematologia Pediatrica dell'ospedale "Vito Fazzi".

Potrebbeinteressarti