Meteo Lecce 

Gelo al risveglio: temperature sotto lo zero

Termometri in picchiata nelle zone interne extra-urbane e negli avvallamenti dove, grazie alla netta attenuazione del vento e alla totale assenza di nubi, le temperature sono scese localmente sotto la...

Termometri in picchiata nelle zone interne extra-urbane e negli avvallamenti dove, grazie alla netta attenuazione del vento e alla totale assenza di nubi, le temperature sono scese localmente sotto la soglia degli 0°. Eclatante il caso della depressione carsica di Sarolo in provincia di Brindisi, dove la minima sfiora i -4°.  L'espansione dell'anticiclone proteggerà l'Italia da nuove perturbazioni: in settimana tempo stabile e soleggiato con temperature in leggero aumento ma vicine alla media stagionale. EVOLUZIONE Nei prossimi giorni la scena sul Mediterraneo sarà dominata dall'espansione dell'alta pressione che, al netto di deboli e provvisori disturbi, proteggerà l'Italia dall'arrivo di nuove perturbazioni garantendo tempo stabile e in parte più mite almeno per tutta la settimana. Anche su Puglia e Basilicata avremo quindi 7-8 giorni con tanto sole e senza piogge. È bene sottolineare, però, che nonostante l'alta pressione, le temperature non aumenteranno in maniera eccessiva restando comunque vicine alla media stagionale.  Con la situazione attuale (vortice polare molto attivo e compatto e alta pressione distesa lungo i paralleli) è da escludere l'arrivo di ondata di freddo e neve al sud almeno fino a metà gennaio.  SU PUGLIA E BASILICATA Per tutta la settimana avremo a che fare con tempo prevalentemente stabile e soleggiato: addensamenti nuvolosi saranno possibile a tratti soprattutto sui settori occidentali (lucania/foggiano) ma con precipitazioni quasi completamente assenti.  TEMPERATURE IN MEDIA Come già anticipato, però, l'aumento termico non sarà eccessivo. Le temperature, pur risultando in aumento, resteranno vicine alla media stagionale con massime comprese tra 9 e 13 gradi. Farà invece piuttosto freddo nelle ore notturne e all'alba grazie a una discreta inversione termica: rischio gelate nelle zone più interne soprattutto della Basilicata. La ventilazione resterà prevalentemente dai quadranti settentrionali (soprattutto maestrale) ma sarà decisamente più debole rispetto agli ultimi giorni: un rinforzo è atteso nel corso del weekend quando la tramontana riprenderà a soffiare con raffiche fino a 30-40 km/h. 

Potrebbeinteressarti