Cronaca 

Addio Melissa. Ma a scuola resta la paura

L'anno scolastico si chiude nel silenzio per i ragazzi del Morvillo-Falcone che hanno dedicato l'ultimo giorno a ricordare la loro compagna Melissa Bassi, uccisa da un attentato che ha ancora dell'inc...

L'anno scolastico si chiude nel silenzio per i ragazzi del Morvillo-Falcone che hanno dedicato l'ultimo giorno a ricordare la loro compagna Melissa Bassi, uccisa da un attentato che ha ancora dell'incredibile. Gli studenti sanno che nulla per loro tornerà facilamente come prima. Selena non tornerà a scuola La migliore amica della giovanissima rimasta uccisa nell'attentato del 19 maggio, Selena, anche lei coinvolta nell'esplosione, ha infatti annunciato che non tornerà tra i banchi scolastici. perché ha dentro di sè ancora forte lo chock per l'accaduto. «Non tornerò più a scuola, - ha detto - mi mancherebbe troppo Melissa», ha detto Selena, al momento di scoprire la targa dedicata a Melissa all'esterno della scuola, con ancora addosso i segni dell'esplosione, compresi i capelli tagliati cortissimi e una stampella.   Il falso allarme a Oria Poco lontano da Brindisi il clamore che finalmente si sta spegnendo ha giocato brutti scherzi a una docente della scuola media Milizia Fermi di Oria, che poco prima dell'ingresso in classe ha chiamato il 112 per lanciare un falso allarme bomba. La scuola è stata immediatamente evacuata scoprendo che per fortuna al suo interno non c'era alcun ordigno. La donna, che aveva utilizzato il suo telefonino per lo scherzo, è stata scoperta poco dopo dai militari ed è stata denunciata per procurato allarme. (red)

Potrebbeinteressarti