Altri Sport Galatina 

Nardò ko e la Showy Boys festeggia il primo posto

Una nuova vittoria si aggiunge nel tabellino della classifica generale ed è primo posto. La Showy Boys batte per 3-1 la Pallavolo Nardò nella settima giornata del campionato regionale...

Una nuova vittoria si aggiunge nel tabellino della classifica generale ed è primo posto. La Showy Boys batte per 3-1 la Pallavolo Nardò nella settima giornata del campionato regionale di II livello serie D e balza meritatamente in vetta alla classifica. Stupenda cornice di pubblico al palazzetto dello sport di via Chieti con numerose famiglie e tanti allievi della Scuola Volley giunti per sostenere i compagni convocati in prima squadra. Un sostegno, quello della tifoseria della Showy Boys, che testimonia il grande feeling che lega squadra, società e supporter. Reduci dalla bella prestazione nel big match contro il Volley Alezio, i bianco-verdi di mister Nuzzo tornano al PalaPanico per affrontare un Nardò rinfrancato dall’ultimo successo interno e pronto a fare uno sgambetto ai giovani rivali galatinesi. Ma, l’intenzione dei neretini si ridimensiona già in avvio di primo set, quando i padroni di casa fanno valere la loro maggiore incisività in attacco (25-16). E’ nel secondo parziale che la Showy Boys si lascia condizionare dagli errori, risultando fallosa al servizio e nella ricostruzione, tanto da concedere il set al Nardò (21-25). Ad esclusione di questa frazione di gioco, i ragazzi allenati da Gianluca Nuzzo hanno condotto bene il match mettendo in evidenza le loro capacità nei fondamentali del muro e del servizio. Il terzo e quarto set si chiudono rispettivamente sul punteggio di 25-21 e 25-20. La Showy Boys riesce ad intascare i tre punti in palio dopo una partita giocata non al massimo delle potenzialità, ma che ha saputo gestire con attenzione. Nel prossimo impegno in calendario, sabato 21 dicembre (ore 20), il team galatinese è atteso sul campo del Castellaneta, in una trasferta ostica e dove sarà necessaria una grande prova di carattere e maturità. La posta in palio, d’altronde, è molto alta e vale il primato in classifica. Fonte: Area comunicazione. 

Potrebbeinteressarti