Società San Cesario 

Photored di San Cesario: il Prefetto annulla 2 verbali

Photored San Cesario di Lecce: il Prefetto annulla due verbali allo stesso automobilista su ricorsi predisposti dallo “Sportello dei Diritti”. Finalmente l’autorità amministra...

Photored San Cesario di Lecce: il Prefetto annulla due verbali allo stesso automobilista su ricorsi predisposti dallo “Sportello dei Diritti”. Finalmente l’autorità amministrativa superiore censura l’operato degli accertatori senza necessità di rivolgersi al giudice di Pace con riduzione di costi e senza ingolfare la Giustizia  È stato e continua ad essere uno dei più odiati strumenti di rilevazione elettronica delle infrazioni in Provincia di Lecce, il famigerato “photored” di San Cesario che ha sanzionato centinaia, forse migliaia di automobilisti negli scorsi mesi, tanto da scatenare polemiche a gogo tra amministratori, opposizione e semplici cittadini che sono apparse sui social e sui media.  E da quando sono arrivati i primi accertamenti sono stati tantissimi coloro che hanno deciso di ricorrere avverso i verbali arrivati copiosi più volte anche nei confronti degli stessi asseriti “trasgressori”. Molti si sono rivolti allo “Sportello dei Diritti” che, come da anni a questa parte in fattispecie simili, ha consigliato ed assistito gli automobilisti innanzi al Prefetto di Lecce che proprio negli scorsi giorni ha notificato i decreti di archiviazione di due verbali rivolti allo stesso cittadino. Per Giovanni D'Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, si tratta di una buona notizia. "Finalmente, dopo le esortazioni che la nostra associazione ha da sempre rivolto verso l’autorità amministrativa gerarchicamente sovraordinata ad una verifica approfondita della correttezza dell’iter procedimentale seguito dagli enti accertatori di violazioni con apparecchiature elettroniche, ne ha censurato l’operato senza necessità di rivolgersi alla Giustizia, con un’evidente riduzione di costi e senza ingolfare l’Ufficio del Giudice di Pace di Lecce che nel caso in questione si è visto coinvolto anche in diatribe strumentali che riteniamo oltremodo superflue ed ingenerose per il prezioso ruolo volto anche a riequilibrare il delicato e sovente squilibrato rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione".   

Potrebbeinteressarti