Politica Lecce 

Lecce, tutto pronto per il raduno delle sardine: "Anche nel Salento saremo in tanti"

Poche ore all’appuntamento nella piazza di Sant’Oronzo a Lecce. Dal movimento ribadiscono l’estraneità ad ogni riferimento partitico e si dicono fiduciosi del successo della m...

Poche ore all’appuntamento nella piazza di Sant’Oronzo a Lecce. Dal movimento ribadiscono l’estraneità ad ogni riferimento partitico e si dicono fiduciosi del successo della manifestazione. Conto alla rovescia per il raduno delle sardine che si terrà domani, domenica 15 settembre, a partire dalle 18, in piazza Sant’Oronzo. Il movimento, che ha invaso pacificamente e spontaneamente diverse piazze italiane, è arrivato anche in Puglia, dove ci sono stati già tre raduni, a Foggia, Taranto e Bari. Domani, dunque, toccherà a Lecce: nel capoluogo salentino farà tappa il movimento nazionale, nato poche settimane fa, a Bologna, su iniziativa di quattro ragazzi che hanno dato via a questo fenomeno di protesta, promuovendo i valori dell’inclusione in risposta alle politiche dell’odio, che le “Sardine” riconoscono soprattutto nell’impostazione della Lega di Salvini. Il gruppo facebook salentino conta quasi 4000 iscritti. Gli organizzatori e i referenti provinciali del movimento sottolineano, però, l’estraneità della piazza a qualsiasi movimento politico: ‘Quello delle Sardine è un fenomeno dibattuto per la sua natura spontaneistica e per la non adesione a nessun movimento o partito politico - dichiarano Francesco Pio Liaci e Aldo Torsello - per questo, da un lato, evidenziamo l’importanza di un fenomeno di piazza così ben riuscito che ha il chiaro obiettivo di contrastare l’avanzata della destra, laddove prima della sua nascita ci eravamo quasi rassegnati a un triste trionfo elettorale della Lega e dei partiti alleati; dall’altro lato - continuano Liaci e Torsello - ribadiamo l’estraneità della manifestazione leccese a qualsiasi soggetto partitico». Gli interventi saranno aperti dagli organizzatori che lasceranno successivamente spazio per dare voce alla piazza. Dopo il considerevole successo dei precedenti ritrovi anche sul territorio pugliese, “siamo convinti – dichiarano Torsello e Liaci - della buona riuscita anche della piazza leccese, cosicché anche nella nostra città potremo affermare con certezza che il Salento non si lega, Lecce non si lega, né ora né mai”.

Potrebbeinteressarti