Teatro Taviano 

Vincenzo Mollica a Taviano per inaugurare la stagione teatrale

Un graditissimo ritorno a Taviano: Vincenzo Mollica inaugurerà il 29 novembre la Stagione Teatrale del Comune. Con il suo Talk-Show “Prima che mi dimentichi di tutto” ripercorrer...

Un graditissimo ritorno a Taviano: Vincenzo Mollica inaugurerà il 29 novembre la Stagione Teatrale del Comune. Con il suo Talk-Show “Prima che mi dimentichi di tutto” ripercorrerà i momenti più importanti della sua carriera quarantennale, trascorsa al fianco degli artisti più importanti del nostro Paese. Un viaggio che racconta la storia dello spettacolo italiano, integrata da filmati particolarmente significativi della storia personale del giornalista e dall’interpretazione di brani musicali che hanno segnato la storia di ognuno di noi dagli anni 50’-60’ in poi. Nel corso della serata, Mollica consegnerà il Premio “Sipari di Periferia” alle compagnie teatrali che hanno partecipato al Concorso, volto ad incentivare e supportare i giovani artisti pugliesi nell’esercitare l’attività di spettacolo dal vivo attraverso delle occasioni di primo avvio nel circuito teatrale territoriale. Il Premio, organizzato dal Comune di Taviano ed inserito nel progetto triennale “Premio Nazionale Calandra”, vuole promuovere la professionalità degli autori e attori under 35, incoraggiando la produzione artistica e rafforzando il tessuto culturale del territorio. “Onorati di avere come nostro ospite, ancora una volta, uno dei più grandi giornalisti italiani che peraltro ha fatto la storia della cultura, dello spettacolo e della televisione nel nostro Paese; e se un giornalista come Mollica, anche nella sua veste di presidente di giuria del premio Sipari di Periferia è ormai di casa nella nostra città, significa che nella nostra città è ormai di casa anche la cultura, attraverso numerose e pregevoli iniziative con cui cerchiamo di dare lustro alla nostra comunità, veicolando messaggi e coinvolgendo anche chi nella periferia di tale contesto restava ai margini o ne era relegato, e lo facciamo con un linguaggio semplice, immediato, familiare, emblematico di un così prestigioso ospite” sono le parole del sindaco, Giuseppe Tanisi.  

Potrebbeinteressarti