Cultura Politica Lecce 

Carmelo Bene, l'eredità artistica al Convitto Palmieri di Lecce: siglato l'accordo

A darne notizia la Regione Puglia dopo la firma a Roma con gli eredi dell’artista. Il patrimonio "librario, documentario e collezionistico" di Carmelo Bene sarà raccolto in u...

A darne notizia la Regione Puglia dopo la firma a Roma con gli eredi dell’artista. Il patrimonio "librario, documentario e collezionistico" di Carmelo Bene sarà raccolto in un unico luogo, messo a disposizione del pubblico e dei ricercatori, al convitto Palmieri di Lecce: è quanto annunciato dalla Regione Puglia dopo la firma a Roma con gli eredi di uno specifico accordo. Nello specifico, si tratta di un fondo librario contenente gran parte della biblioteca personale del maestro, composta da circa seimila volumi attualmente custoditi in parte presso il monastero delle suore benedettine e in parte depositati presso il Castello Carlo V di Lecce. C'è poi un archivio che contiene scritti, dattiloscritti, documenti, foto, materiale audio e video, materiale bibliografico, volumi, recensioni e testi critici. Un terzo fondo, infine, è costituito da una collezione di costumi ed elementi di scena, arredi e oggetti personali. L’assessore all’industria culturale, Loredana Capone, parla di “grande notizia per la Puglia”: “Da oggi l’immenso patrimonio di archivi e libri di Carmelo Bene è di tutti i pugliesi. Grazie a chi ha resto possibile tutto questo, gli eredi, la Provincia di Lecce, le Sovrintendenze competenti. Con la firma di questo accordo realizziamo un traguardo importantissimo per il mondo della cultura internazionale. Non solo l’acquisizione del fondo teatrale con costumi di scena, arredi e biblioteca del maestro, ma anche la possibilità di studiare e valorizzare il suo archivio, un vero e proprio tesoro, con video, documenti audio e altri materiali tutti da studiare”. “Carmelo Bene costituisce – prosegue - una pietra miliare della politica culturale della Regione, fortemente orientata alla valorizzazione dei grandissimi artisti a cui questa terra ha dato i natali ed alla quale loro hanno restituito tanto in termini di opere e di prestigio mondiale”. 

Potrebbeinteressarti