Cronaca 

Uccisero il loro domatore, tigri vendute all'estero

La notizia comunicata dall'associazione Lav, che ne aveva choiesto l'affidamento: "All'estero non vi sono le stesse tutele penali nei confronti degli animali". Avevano ucciso il loro...

La notizia comunicata dall'associazione Lav, che ne aveva choiesto l'affidamento: "All'estero non vi sono le stesse tutele penali nei confronti degli animali". Avevano ucciso il loro domatore durante un'esercitazione al circo lo scorso 4 luglio: adesso saranno vendute all'estero le 8 tigri, responsabili del tragico incidente in cui perse la vita Ettore Webewre.  A comunicarlo l'associazione animalista Lav, che ne aveva chiesto l'affidamento: "Le tigri balzate agli onori della cronaca lo scorso luglio per la morte del domatore Ettore Weber saranno vendute all’estero, dove non vi sono le stesse tutele penali nei confronti degli animali- si legge in una nota - La notizia della loro vendita, alla luce delle soluzioni che abbiamo suggerito, ci lascia basiti: con l’Associazione olandese AAP (Animal Advocacy and Protection), ci siamo offerti da subito di farci carico di ogni spesa necessaria, per il trasferimento e il mantenimento a vita delle otto tigri. Chiediamo al nuovo Governo, al neo-incaricato Ministro Franceschini (che iniziò questo percorso durante il governo Renzi e poi il governo Gentiloni) e al Senato, sempre più con urgenza, l’approvazione della Legge Delega e del relativo Decreto Legislativo per la completa dismissione degli animali dai circhi!"

Potrebbeinteressarti