Cultura Cavallino 

Cavallino, strutture mobili per la lettura nel parco "Adele Savio"

Potenziamento delle Biblioteca Comunale «Gino Rizzo» con servizi di Bookcrossing e Storytelling. Dal museo diffuso alla biblioteca Diffusa. Oggi, al Parco «Adele Savio» a Castr...

Potenziamento delle Biblioteca Comunale «Gino Rizzo» con servizi di Bookcrossing e Storytelling. Dal museo diffuso alla biblioteca Diffusa. Oggi, al Parco «Adele Savio» a Castromediano la cerimonia inaugurale. Si terrà oggi, alle ore 18.30, al Parco «Adele Savio» a Castromediano, la cerimonia di inaugurazione delle strutture mobili per la lettura – Storybook. Ad aprire l’incontro il sindaco Bruno Ciccarese Gorgoni, dell’Assessore alla Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali della Regione Puglia Loredana Capone e del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano. Illustreranno le nuove strutture Gianna Rosato, Bibliotecaria – Biblioteca Comunale «Gino Rizzo» di Cavallino e l’Architetto Francesco Baratti, Progettista «Community Library». Presenzieranno i Dirigenti della Regione Puglia e la Dottoressa Chiara Idrusa Scrimieri (Arteteca), progettista di «Archivio in movimento». A poco più di un anno dalla pubblicazione del bando “Community Library”( POR Puglia FESR-FSE 2014/2020), a cui il Comune ha partecipato con un progetto di Potenziamento della Biblioteca Comunale “Gino Rizzo” con servizi di bookcrossing e storytelling, saranno dunque consegnate ufficialmente alla cittadinanza le strutture per la lettura Storybook e i nuovi allestimenti della Biblioteca comunale. A partire dalle 19, sarà ufficialmente aperto al pubblico lo StoryBook collocato nel Parco: gli operatori di Artèteca e l’architetto Francesco Baratti saranno a disposizione per visite guidate alla struttura. Sempre a partire dalle 19, letture condivise ad alta voce con gli autori amici della Biblioteca: Simona De Riccardis, Egidio Marullo, Giuseppe Pascali, Giovanna Politi, Mauro Scarpa, spizzicheranno tra le pagine della loro produzione letteraria. Nati per Leggere - IL VENTO DEI 20 Carmen Bruno, Rossella Borruto, Esterina Marino, Maria Elena Quarta, Silvia Surdo, volontarie NpL, leggeranno i 20 albi illustrati selezionati dall’Osservatorio editoriale NpL; Storie Cucite: Luisa Carretti e Patrizia Frassanito presenteranno ZIGZAG: collana editoriale di Inbook, albi illustrati e narrativa accessibile; Volontari di LaAV Salento - Letture ad alta voce proporranno assaggi di lettura per ragazzi (11-14 anni), nell'ambito del progetto "Coltivare lettori per il futuro" di Pratika onlus, sostenuto dal Cepell (Centro per il Libro e la Lettura). Ingresso libero (per ragioni organizzative è gradita prenotazione inviando un sms/wa a: 337.1661384). Il progetto, finanziato, ha permesso di aggiornare le raccolte documentarie della Biblioteca con nuove acquisizioni, e di potenziare il servizio di lettura agevolata allestendo la Sezione Inbook dedicata alle fasce di utenti più deboli per un accesso ai libri per tutti, anche per coloro (adulti e bambini con bisogni comunicativi complessi) che non riescono o non possono attingere alla lettura attraverso gli strumenti tradizionali. Sono stati ripensati gli spazi della biblioteca con nuovi e moderni arredi funzionali; sono state progettate e realizzate installazioni multimediali e interattive per esplorare storia e tradizioni, della comunità «Archivio in movimento». L’Archivio in Movimento o Archivio di Comunità (storytelling del territorio) di Cavallino documenta il patrimonio immateriale della comunità cittadina con installazioni multimediali e interattive posizionate negli spazi della Biblioteca Comunale. Un archivio digitale di memoria collettiva, storie, saperi, usanze, tradizioni, mestieri, voci che narrano il patrimonio immateriale della comunità e lo custodiscono in un archivio continuamente aggiornabile. La narrazione multimediale è un valido strumento per avvicinare utenza e visitatori alla conoscenza del territorio e alla fruizione del patrimonio librario, storico, artistico e culturale. In un luogo dinamico, come deve essere una moderna biblioteca, la tecnologia amplifica il potenziale coinvolgente del racconto e lo rende fruibile sotto forme molteplici. La Biblioteca comunale di Cavallino, può e deve diventare un luogo dove la gente va a “depositare le proprie storie”, perché sa che quel luogo le custodirà e renderà vive. I Laboratori di Comunità (attività propedeutica alla creazione dell’Archivio in Movimento), avviati nei mesi scorsi, per avvicinare la cittadinanza al bene culturale e coinvolgerla nel processo di costruzione dell’archivio stesso, hanno permesso di condurre un’indagine etnografica sulla comunità di Cavallino, e hanno gettato le basi per la costruzione partecipata di una piattaforma tecnologica per la fruizione pubblica del patrimonio storico del paese, da oggi disponibile in biblioteca con allestimenti ad hoc ai quali si affiancano gli Story book per lettura e consultazione collocati nei tre parchi urbani (Casina Vernazza, parco Adele Savio, villa comunale). Gli Storybook costituiscono un avamposto cittadino della biblioteca nei luoghi di aggregazione della comunità. Ispirati da principi di cittadinanza attiva, la dotazione documentaria in essi contenuta, alimentata dalla biblioteca e dagli stessi utenti, attraverso doni di libri, circolerà secondo i modelli del bookcrossing. Ciascuno di essi, inoltre, dispone di una postazione per il conferimento delle storie individuali e familiari lontano dalla sede della biblioteca comunale, dove i cittadini possono donare la propria storia e ascoltare a loro volta quelle raccontate da altri. Una attenzione particolare è stata rivolta allo spazio dedicato ai bambini e ai ragazzi. All’interno della biblioteca, nella sala lettura ragazzi è stato realizzato un allestimento narrativo ludico e interattivo sui giochi d’infanzia del territorio usati nel corso delle epoche. Per i piccoli è stato progettato un pavimento interattivo, per un gioco di contatto e riconoscimento visivo di forme sconosciute; gli “smart objects” (oggetti “intelligenti” o parlanti), invece, stimolano i più grandi e anche gli adulti guidandoli alla conoscenza interattiva della materia prima e delle informazioni sulla loro origine attraverso il meccanismo della “realtà aumentata” (smartphone+APP). Sempre in Biblioteca, gli allestimenti della sala lettura (1 videowall) e della sala polifunzionale (2 schermi interattivi a parete), propongono un percorso narrativo nel cuore della memoria e della storia della comunità di Cavallino, partendo dalla geografia digitale e interattiva della mappa di comunità e procedendo attraverso percorsi sonori, visivi che restituiscono suggestioni, approfondimenti, paesaggi, voci, gesti, rumori della sapienza e della tradizione artigianale, delle usanze, delle devozioni popolari e della memoria individuale e familiare della comunità. 

Potrebbeinteressarti