Turismo Lecce 

Tassa di soggiorno, accordo con Airbnb: il sito riscuoterà da chi soggiorna a Lecce

Dal 1° maggio, al momento della prenotazione sulla piattaforma l’importo sarà comprensivo del 3% dovuto alle casse comunali. Il Comune di Lecce e Airbnb hanno trovato l’accor...

Dal 1° maggio, al momento della prenotazione sulla piattaforma l’importo sarà comprensivo del 3% dovuto alle casse comunali. Il Comune di Lecce e Airbnb hanno trovato l’accordo per la riscossione e il versamento dell’imposta di soggiorno direttamente dalla piattaforma. L’obiettivo è semplificare e digitalizzare questa procedura, contribuendo anche ad azzerare il rischio di evasione. Lecce si aggiunge così alle altre città, in Italia e all’estero, che hanno compiuto un passo avanti fondamentale con la digitalizzazione, agevolando chi desidera affittare case e appartamenti in piena regola con la normativa comunale. Sono infatti oltre 400 le amministrazioni nel mondo per le quali Airbnb gestisce in maniera semplificata il versamento delle imposte, e per le quali ha raccolto oltre un miliardo di dollari. “È il risultato di un percorso di confronto e di dialogo con l’amministrazione locale -spiega Giulio Del Balzo, Public Policy Associate di Airbnb Italia-, che dobbiamo ringraziare. Si tratta di un cambiamento vantaggioso per tutti: ci guadagna il turista, sempre più orientato a gestire servizi e pagamenti online; ci guadagnano gli host, che spesso hanno difficoltà a farsi pagare la tassa in contanti, e ci guadagnano le amministrazioni, che si assicurano il pagamento dell’imposta per tutte le prenotazioni tramite Airbnb”. Come funziona Dal 1° maggio 2019 l’accordo diverrà operativo, e sarà Airbnb a riscuotere l’imposta di soggiorno già al momento della prenotazione, versandola poi direttamente al Comune. I prezzi degli alloggi disponibili sul portale saranno già comprensivi dell’imposta (3% del valore della prenotazione) che verrà poi versata automaticamente nelle casse comunali. Airbnb in Puglia Sono 35.100 gli annunci (interi appartamenti e stanze) di Airbnb attivi in Puglia, dei quali 1.900 a Lecce. Lo scorso anno, a livello regionale, gli host hanno ospitato 290.300 viaggiatori, con una durata media del soggiorno di 4,3 notti. Nel 2018, 24.500 viaggiatori hanno soggiornato con Airbnb a Lecce.  

Potrebbeinteressarti