Eventi Salute e Benessere Lecce 

A Lecce e Gallipoli giornata nazionale di sensibilizzazione sui disturbi dell’alimentazione

Si chiama “Pranzo esperienziale” l’iniziativa nella giornata di sensibilizzazione sui disturbi dell’alimentazione. Mangiare insieme per superare la paura del cibo: si chiama...

Si chiama “Pranzo esperienziale” l’iniziativa nella giornata di sensibilizzazione sui disturbi dell’alimentazione. Mangiare insieme per superare la paura del cibo: si chiama “Pranzo esperienziale” ed è il modo diretto di affrontare disturbi come l’obesità, l’anoressia o la bulimia senza girarci intorno, ma sedendosi a tavola e condividendo il momento topico del convivio: un piacere che, non di rado, può diventare un disagio, un problema difficile da mandar giù. Far diventare più semplice ciò che appare maledettamente complicato è dunque lo sforzo comune dell’associazione MadamaDorè, del Centro per la Cura e la Ricerca sui Disturbi del Comportamento Alimentare (Dipartimento di Salute Mentale - ASL Lecce) e della campagna internazionale Pe(n)sa differente, impegnati attivamente nel sostenere “Fiocchetto Lilla”, iniziativa legata alla VI Giornata nazionale di sensibilizzazione sui disturbi dell’alimentazione. Due gli eventi in agenda. Il primo a Lecce, domani 15 marzo 2017 alle 12,30 nel Nautilus Garden Restaurant, dove è previsto “Fuori Controllo – Pranzo esperienziale”; il secondo a Gallipoli, giovedì 16 marzo 2017 dalle ore 9 alle 13, all’interno della Galleria dei Due Mari, che ospiterà il Laboratorio esperienziale “You are so beautiful”. Sedersi a tavola, dunque, può diventare un momento catartico, in cui parlare, riflettere e rimettersi in gioco di fronte al cibo. Un lavoro di profondità su “se stessi”, che il Centro per la Cura e la Ricerca sui Disturbi del Comportamento Alimentare della Asl di Lecce ha affrontato battendo strade nuove. Nel 1998, infatti, è stato il primo Centro pubblico territoriale italiano a offrire una risposta in termini di prevenzione, diagnosi e cura integrata e multidisciplinare dei disturbi dell’alimentazione e oggi è punto di riferimento per tantissimi pazienti del territorio pugliese e di altre regioni, unico Centro della Regione Puglia dedicato a questi disturbi e in grado di erogare interventi sia in regime ambulatoriale sia in regime di day hospital. La mission del Centro è “plurale”, visto che può erogare attività diagnostica, terapeutica e riabilitativa, dispone di competenze specifiche nel campo della ricerca clinica, per capire ad esempio come si origina e sviluppa la patologia e quali siano i trattamenti appropriati ed efficaci, e svolge inoltre attività di formazione e informazione, prevenzione e sensibilizzazione.   Fondamentale, in questa strategia di ampio respiro, è l’alleanza con l’associazionismo. In particolare con “MadamaDorè”, che riunisce pazienti, familiari e amici impegnati in azioni a favore di soggetti affetti da disturbo dell’alimentazione, ONLUS Salomè e Big Sur che con la campagna “Pe(n)sa differente. Festeggia il tuo peso naturale!” (www.pensadifferente.it) danno il loro contributo alla prevenzione di anoressia, bulimia, obesità e di altre in/differenze, promuovendo stili di vita salutari e relazioni di senso. Anche quest’anno, saranno in prima linea per sensibilizzare l’opinione pubblica e le Istituzioni sul mondo troppo spesso “inesplorato” dei Disturbi del Comportamento Alimentare: anche attraverso la testimonianza di coloro che hanno sofferto e soffrono di questi problemi e dei loro familiari. Niente di meglio che parlarne davanti ad una pizza fumante.  

Potrebbeinteressarti


Autostima

AUTOSTIMA ?  O c'è l'hai o non c'è l'hai ...è semplicissmo e, se non c'è l'hai, come fare a tirarla fuori ? come si fa a credere nel valore che ogni essere umano ha...