Turismo 

Da Lecce a San Cataldo in cammello: arriva il nuovo progetto dell'assessore Guido

Il tragitto da Lecce alle marine in sella a un cammello: arriva il nuovo progetto estivo dell'Assessorato alle Politiche Ambientali. Un tragitto di 10 chilometri in sella a un cammello per rilancia...

Il tragitto da Lecce alle marine in sella a un cammello: arriva il nuovo progetto estivo dell'Assessorato alle Politiche Ambientali. Un tragitto di 10 chilometri in sella a un cammello per rilanciare il turismo nelle marine leccesi. È il nuovo progetto dell’assessore alle Politiche Ambientali del Comune di Lecce Andrea Guido, che dovrebbe vedere la luce tra qualche mese. Un’idea di viabilità sostenibile, che consiste nel percorrere la Lecce-San Cataldo su un cammello, muovendosi su una corsia che verrà realizzata accanto alla già esistente carreggiata. Il tutto sarebbe nato quando Guido, in vacanza in Marocco, si è trovato casualmente a salvare la vita ad un cucciolo di cammello abbandonato a bordo strada sulla Casablanca-Marrakech. Da quel momento, l’assessore e il piccolo gobbuto sono diventati inseparabili. Così dopo qualche tempo, con la preziosa consulenza del direttore del Parco di Rauccio Luigi Maniglio, è venuta fuori l’idea. Per dare vita all'iniziativa, dal Nord Africa sono in arrivo i primi 15 cammelli, che verranno temporaneamente sistemati all'Ostello della Gioventù. Turisti e leccesi potranno, a partire da giugno prossimo, affittare il proprio cammello alla fermata di piazza Palio e percorrere la "via del mare” senza inquinare e godendosi appieno il paesaggio. Il progetto prevede anche la realizzazione di percorsi rurali per giungere a ridosso delle marine leccesi di San Cataldo e Frigole. Dall’Assessorato all’Innovazione Tecnologica arrivano i complimenti per la trovata: “Bellissima l’idea del mio collega Andrea Guido; - ha dichiarato l’assessore Alessandro Delli Noci - per migliorarla siamo pronti a sviluppare un’applicazione per smartphone che permetterà agli utenti di pronatare da casa il proprio cammello e scegliere in anticipo il percorso cammello-turistico. Abbiamo previsto anche delle attività integrate per i bambini, che potranno avvicinarsi così al mondo delle corse dei cammelli”.  (Nella foto le prove sul tragitto con l’assessore Guido)

Potrebbeinteressarti