Cronaca Lecce 

Penna con telecamera e microfono: la Questura di Lecce adotta la "spy pen"

Il nuovo strumento in dotazione alla polizia leccese servirà per garantire la trasparenza. All'apparenza, una normalissima penna; in realtà, una penna con videocamera e microfono. &Eg...

Il nuovo strumento in dotazione alla polizia leccese servirà per garantire la trasparenza. All'apparenza, una normalissima penna; in realtà, una penna con videocamera e microfono. È la "spy pen", un nuovo strumento che è stato presentato questa mattina e consegnato ad alcuni agenti di polizia della provincia di Lecce. L'iniziativa è del sindacato Sap e ha la finalità di tutelare il lavoro degli operatori di polizia: "I poliziotti non chiedono sconti relativamente alle loro responsabilità ma non possono essere condannati per quelle degli altri". La "spy pen" diventa così un dispositivo capace di dimostrare eventuali condotte fuori norma. Al momento non ha valore processuale, ma il Sap si augura possa diventare una garanzia sul comportamento di cittadini e forze dell'ordine. La Questura di Lecce è la prima in Puglia ad adottare la "spy pen". La penna con telecamerina ha un costo di 30 euro, ha una batteria ricaricabile e una memoria abbastanza ampia da contenere diversi filmati.

Potrebbeinteressarti