Cronaca Lecce 

Una torre di legno e i lidi sul mare: ecco due progetti di Lecce 2019 per le marine

I due progetti rientrano in una serie di interventi che l'amministrazione di Palazzo Carafa vorrebbe legare a Lecce 2019. Una torre di 15 metri sul mare e la rivalutazione dei pennelli a mare sulla...

I due progetti rientrano in una serie di interventi che l'amministrazione di Palazzo Carafa vorrebbe legare a Lecce 2019. Una torre di 15 metri sul mare e la rivalutazione dei pennelli a mare sulla costa leccese. La candidatura di Lecce a capitale della cultura 2019 vorrebbe dare un volto nuovo non solo alla città, ma anche alle marine. E due delle idee che oggi rientrano nel più ampio progetto sulla rigenerazione del territorio interessano proprio la zona del mare, per troppi anni dimenticata e privata di uno sviluppo adeguato. Il primo è quello della "Eu-Tower Lecce", una struttura in metallo e legno alta 15 metri, che dovrebbe nascere a Torre Chianca, a pochi passi dal mare. Dalla torre sulla costa dovrebbe essere possibile vedere la città di Lecce. Ad oggi, l'idea non è ancora definitiva, ma comprende anche la riqualificazione di due strutture vicine: un rudere di 260 metri quadrati da adibire a ristorante e il molo da convertire in bar. Il concept della Eu-Tower riprende l'idea della "focara", sia per i materiali utilizzati che per la morfologia dell'elemento. Si tratta di una spirale interna, dotata di più livelli, ricoperta di fasce in legno e con un'entrata - proprio nello stile della focara di Novoli - triangolare alla base. La seconda idea è una riqualificazione dei pennelli a mare presenti nelle varie marine leccesi. Il progetto prevede un cambio di utilizzo, con l'aiuto di materiali ecosostenibili. Quelle che oggi appaiono come aree inutilizzabili, diventerebbero pontili in legno per passeggiare, bar, lidi balneari attrezzati. "Questa attività di progettazione - ha spiegato l'assessore all'urbanistica Severo Martini - è finalizzata a dare un'idea nuova della città che immaginiamo e si inserisce nel progetto di Lecce capitale europea della cultura. Il lavoro sulle marine si lega ai progetti che abbiamo in collaborazione con il famoso architetto del paesaggio Gilles Clement e si fondono tutti in un'unica grande visione. Clement, ricordiamo, non ha mai lavorato con amministrazioni, al di là della nostra, e quella con lui è per noi una collaborazione qualificante e di grande pregio anche perché parla di sviluppo sostenibile. Proprio in questa chiave, stiamo per portare in commissione il protocollo Itaca, strumento di valutazione del livello di sostenibilità delle costruzioni. Sia l'Eu-Tower che la riqualificazione dei pennelli a mare rientrano nell'idea di riutilizzare aree nel rispetto dell'ambiente". agab

Potrebbeinteressarti