Teatro Gallipoli 

A Gallipoli manca l'unanimità, niente cittadinanza onoraria per Eugenio Barba

Due consiglieri di opposizione votano contro e manca l'unanimità in commissione cultura. Smacco al grande regista di origini gallipoline nell'anno del cinquantenario dell'Odin Teatret.&nbs...

Due consiglieri di opposizione votano contro e manca l'unanimità in commissione cultura. Smacco al grande regista di origini gallipoline nell'anno del cinquantenario dell'Odin Teatret.  Gallipoli non conferirà la cittadinanza onoraria ad Eugenio Barba. La decisione, che ha suscitato già le prime polemiche, è frutto del no di due consiglieri di opposizione del comune ionico, Luigi Suez e Rosario Solidoro, che hanno fatto mancare l'unanimità necessaria per dare il via al provvedimento. Dunque, nell'anno del cinquantenario dell'Odin Teatret che ha fatto incetta di riconoscimenti in giro per il mondo, la città d'origine del regista, gli nega il riconoscimento simbolico da tempo annunciato. La cerimonia di consegna era prevista, infatti, per il 26 settembre, nell'ambito della rassegna che celebra i cinquantanni della storica compagnia multiculturale. Una settimana intensa ricca di incontri, seminari e spettacoli che coinvolgerà più luoghi della città bella: dal Teatro Garibaldi, alla Biblioteca Comunale, al salone ennagonale del Castello, a piazza Canneto (il programma completo prevede anche delle tappe a Lecce ed è disponibile sul sito del Teatro Pubblico Pugliese). Un cartellone di eventi molto atteso dagli amanti del teatro che dà lustro a Gallipoli. Ma non vale una cittadinanza onoraria.   

Potrebbeinteressarti


Sottovoce: un week end tra teatro e natura alle Cesine

Sabato 18 e domenica 19 luglio nella Masseria le Cesine il progetto Taotor di Astragali Teatro ospita Sottovoce, lo spettacolo della compagnia Terrammare Teatro. In mattinata spazio alle visite guidate nell'Oasi. Nel pomeriggio appuntamento con Il bosco nel bosco, un laboratorio esperienziale per bambini